Contro la regionalizzazione del sistema di istruzione fima anche tu

Home » Attualità » Europa e Mondo » CSEE: comunicato stampa sul dialogo sociale in materia di sviluppo professionale degli insegnanti FP e dei formatori nelle imprese

CSEE: comunicato stampa sul dialogo sociale in materia di sviluppo professionale degli insegnanti FP e dei formatori nelle imprese

Rafforzare il dialogo sociale in materia di sviluppo professionale degli insegnanti della Formazione Professionale e dei formatori nel mondo delle imprese.

14/10/2014
Decrease text sizeIncrease  text size

La CSEE, Unione sindacale  che rappresenta 11 milioni di insegnanti e formatori in Europa (compresi i paesi non-UE), parte sociale di riferimento in materia di istruzione sul livello europeo, condivide l'argomento principale che i direttori generali per l'istruzione e la formazione dei ministeri nazionali  affronteranno, oggi e domani, a Roma quali responsabili incaricati a discutere dello sviluppo professionale degli insegnanti e      dei formatori nelle imprese attraverso la partnership.

Istruzione e formazione professionale iniziale dovrebbero essere migliorati al fine di diventare una prima scelta per un numero maggiore di giovani in Europa e aprire le porte all’istruzione universitaria.

"Tutti i tipi di docenti della formazione professionale meritano i migliori istruttori qualificati," ha dichiarato Martin Rømer, direttore europeo. Egli ha sottolineato che "la partecipazione dei sindacati degli insegnanti nella elaborazione, implementazione,  sviluppo e miglioramento delle politiche nazionali ed europee in materia di IFP è essenziale e deve continuare."

Di fronte a tecnologie in rapida evoluzione e le nuove pratiche professionali, i docenti della formazione professionale hanno bisogno di accedere ai programmi di aggiornamento durante tutta la loro carriera come hanno bisogno del sostegno della leadership scolastica e delle imprese al fine di garantire e acquisire le più recenti conoscenze e competenze in questo settore.

Gli insegnanti hanno pertanto bisogno di accedere a questi programmi di sviluppo personale e professionale continui e  gratuiti e di utilizzarli durante le loro ore di lavoro.

Nella sua risposta alla consultazione pubblica sulla strategia Europa 2020, il CSEE ha proposto alla Commissione europea di fissare nuovi obiettivi a livello europeo, come ad esempio: "Almeno il 10% del tempo di lavoro degli insegnanti in tutti i settori dell’educazione dovrebbe essere dedicato ad uno sviluppo professionale continuo. "

Infine, Martin Rømer ha sottolineato che: "Il ruolo dei partenariati tra scuole e imprese, con il coinvolgimento attivo ed indispensabile dei sindacati del settore dell'istruzione, è un fattore chiave per lo sviluppo degli insegnanti e dei formatori VET.

Tutti i partenariati devono basarsi sul dialogo sociale efficace e il coinvolgimento delle parti sociali (nazionali, regionali e locali europei,) a tutti i livelli."

13 ottobre 2014