Inchiesta nazionale sul lavoro promossa dalla CGIL

Home » Attualità » Europa e Mondo » Le condizioni di lavoro dei docenti in Europa

Le condizioni di lavoro dei docenti in Europa

Riunito il gruppo sulle condizioni di lavoro del CSEE

02/11/2005
Decrease text sizeIncrease  text size

Nelle giornate del 22-23-24 ottobre si è riunito a Sesimbra (in Portogallo a una trentina di km a sud di Lisbona) il gruppo di lavoro del Comitato Sindacale Europeo per l’Educazione (ETUCE-CSEE) che si occupa delle condizioni di lavoro del personale docente in Europa.

Alla riunione, la terza dalla costituzione del gruppo di lavoro, erano presenti i rappresentanti di 35 sindacati di una trentina di paesi europei (i 25 dell’UE + Romania, Croazia, Albania, Bosnia, Norvegia). La tre giorni si è articolata in:

  • una parte tecnica, che ha occupato la giornata di sabato in cui sono state date le indicazioni per la costituzione di una rete informatica, che dia modo ai diversi sindacati dei diversi paesi di essere l’un l’altro aggiornati costantemente sulla situazione;

  • un seminario, nelle giornate di domenica e lunedì, in cui, attraverso plenarie e lavori di gruppo, si sono affrontate questioni sia di merito (le dinamiche retributive degli insegnanti in Europa, il caso britannico) sia di metodo (elaborazione di una griglia-questionario sull’impatto del “privato” nella scuola pubblica, ruolo degli istituti -ETUI- che affiancano il lavoro e inserimento nei progetti più generali - Trace ecc.).

Alle tre giornate ha partecipato la FLC Cgil, unico sindacato italiano presente.

Roma, 2 novembre 2005

Tag: etuce/csee