Sciopero scuola 30 maggio 2022, cosa chiediamo

Home » Attualità » Fondi europei 2014–2020 » Programmi operativi nazionali » PON “Per la scuola” » PNSD: pubblicata la nota autorizzativa dei progetti relativi al programma di sostegno alla fruizione delle attività di didattica digitale integrata nelle regioni del Mezzogiorno

PNSD: pubblicata la nota autorizzativa dei progetti relativi al programma di sostegno alla fruizione delle attività di didattica digitale integrata nelle regioni del Mezzogiorno

Risorse per 35 milioni di euro assegnate a dicembre a 3447 scuole. Impegno delle risorse entro il 30 giugno 2022. I progetti dovranno essere realizzati e rendicontati entro il 30 novembre 2022.

13/01/2022
Decrease text sizeIncrease  text size

L’art. 32 del decreto legge 41/21 ha incrementato di 35 milioni di euro per il 2021 le risorse del fondo per il “Piano Nazionale Scuola Digitale” (PNSD) per il completamento del programma di sostegno alla fruizione delle attività di didattica digitale integrata nelle Regioni del Mezzogiorno (Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia). Le risorse sono prelevate dal Fondo sviluppo e coesione (FSC) e rientrano tra gli interventi connessi all’attuazione del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR): Missione 4, Componente 1, Investimento 3.2., azione “Scuola 4.0: scuole innovative, cablaggio, nuovi ambienti di apprendimento e laboratori”.

Le risorse sono destinate

  • all'acquisto di dispositivi e strumenti digitali individuali, anche al fine di assicurare una connettività di dati illimitata, da concedere in comodato d'uso alle studentesse e agli studenti meno abbienti, anche nel rispetto dei criteri di accessibilità per le persone con disabilità,
  • per l'utilizzo delle piattaforme digitali per l'apprendimento a distanza.

Tali risorse sono anche destinate alle scuole

  • per l'acquisto di dispositivi e strumenti per lo sviluppo di ambienti funzionali alla didattica digitale integrata, nel rispetto dei criteri di accessibilità per le persone con disabilità,
  • per assicurare una connettività di dati illimitata

L’individuazione delle scuole è stata effettuata con il decreto del Ministro dell’Istruzione 290/21 emanato di concerto con il Ministro per il sud e la coesione territoriale e il Ministro per l’innovazione tecnologica e la transizione digitale. A seguito della generazione codice unico di progetto (CUP) la quota assegnata alle istituzioni scolastiche beneficiarie è stata erogata interamente in acconto nel mese di dicembre 2021.

In questa tabella la sintesi dei progetti finanziati

Regione

Scuole

Risorse assegnate

Abruzzo

193

1.883.748,91

Basilicata

115

1.000.720,73

Calabria

360

3.406.346,16

Campania

986

10.323.893,12

Molise

52

458.223,09

Puglia

635

6.596.938,55

Sardegna

274

2.627.367,57

Sicilia

832

8.702.761,87

TOTALE

3.447

35.000.000,00

Il Ministero dell’Istruzione ha autorizzato la realizzazione dei progetti con nota 50607 del 27 dicembre 2021.

Di seguito la sintesi delle indicazioni più rilevanti presenti nella nota.

Tempistica

  • I progetti autorizzati dovranno essere realizzati e rendicontati sull’applicativo “PNSD – Gestione Azioni” – Area “Le tue azioni” – Azione “DDI – Regioni Mezzogiorno” con tempestività e comunque entro il 30 novembre 2022
  • La data ultima per l’impegno delle risorse tramite assunzione di obbligazioni giuridicamente perfezionate (contratto, ordine di acquisto, etc.) è fissata al 30 giugno 2022. Entro tale data entro le scuole devono inserire nella piattaforma “PNSD – Gestione Azioni”, sezione “Procedure amministrative” la documentazione relativa nella voce di costo “Spese per acquisto di beni e attrezzature”.

Spese ammissibili

A) spese per acquisto di beni e attrezzature per la realizzazione di ambienti di apprendimento per la didattica digitale integrata, tra cui

  • dispositivi digitali individuali, quali computer e tablet, utilizzabili sia in classe che a distanza
  • dispositivi per la fruizione della didattica digitale integrata in aula quali schermi interattivi touch screen di almeno 65” e relativi accessori, webcam e document camera, cuffie e/o auricolari dotati di microfono, carrelli di ricarica dei dispositivi, eventuali accessori di protezione dei dispositivi

B) spese per acquisto di beni e attrezzature per la connettività individuale degli studenti e per la connettività delle aule

  • dispositivi per la connettività mobile, quali router/internet keys con relative schede dati per la connettività
  • eventuali apparati necessari per il potenziamento della connettività negli ambienti di apprendimento

C) spese per l’acquisto di piattaforme e software per la didattica digitale integrata.

Qualora l’acquisto di beni e attrezzature per la connettività individuale e di piattaforme e software per la didattica digitale integrata prevedano il pagamento di un canone di utilizzo e fruizione, lo stesso dovrà essere sostenuto e fatturato, in ogni caso, entro la scadenza della rendicontazione.

Non sono ammissibili i costi relativi al pagamento di canoni relativi alla connettività di istituto.

La data di ammissibilità delle spese decorre dal 30 settembre 2021. La data non può in ogni caso essere antecedente alla data di generazione e acquisizione del CUP.

Comodato d’uso

I beni e le attrezzature relativi ai dispositivi digitali individuali, comprese le attrezzature per la connettività individuale, possono essere concessi in comodato d’uso alle studentesse e agli studenti meno abbienti, anche nel rispetto dei criteri di accessibilità per le persone con disabilità.

Modalità di erogazione del finanziamento e rendicontazione delle spese

Le risorse sono oggetto di

  • rendicontazione delle spese sostenute
  • trasmissione di una relazione dettagliata di monitoraggio sugli ambienti di apprendimento per la didattica digitale realizzati

secondo i modelli e le guide che saranno resi disponibili sulla piattaforma “PNSD – Gestione Azioni”.

Il dirigente scolastico, in sede di rendicontazione finale, dovrà dichiarare l’assenza del c.d. “doppio finanziamento”, ossia che per gli acquisti di beni attrezzature, finanziati e rendicontati ai sensi dell’articolo 32 del DL 41/2021, non sono state utilizzate altre risorse derivanti da altri programmi dell’Unione europea o comunque da altri fondi.

Le rendicontazioni della misura sono soggette al controllo dei revisori dei conti, tramite l’apposita piattaforma “PNSD-Gestione Azioni”

L’acquisizione del CUP e l’erogazione delle risorse assegnate comportano l’obbligo al completamento dell’intervento da parte della istituzione scolastica finanziata.

Eventuali irregolarità nella gestione della misura comporteranno la sospensione immediata dei finanziamenti, la revoca del finanziamento e la restituzione da parte dell’Istituto dei fondi già ricevuti.

Contabilità e acquisizione nel programma annuale

  • Il finanziamento relativo all’autorizzazione in oggetto dovrà essere iscritto nelle ENTRATE – modello A, aggregato 03 – “Finanziamenti dello Stato” (liv. 1 – aggregato) – 06 – “Altri finanziamenti vincolati dallo Stato” (liv. 2- voce), istituendo la sottovoce “Piano nazionale di ripresa e resilienza – PNRR e Piano nazionale per la scuola digitale – PNSD” (liv. 3) del Programma annuale.
  • Per la registrazione delle SPESE, nel suddetto Mod. A, dovrà essere istituito nell’ambito dell’Attività A (liv. 1) – 03 Didattica (liv. 2), la specifica voce di destinazione (liv. 3) “Completamento del programma di sostegno alla fruizione delle attività di didattica digitale integrata nelle regioni del Mezzogiorno – art. 32 del D.L. n. 41/2021 – Codice CUP ….”, dove dovrà essere riportato anche il Codice CUP già generato dalla scuola e trasmesso al Ministero tramite l’apposita piattaforma. Per il progetto occorrerà, conseguentemente, predisporre la relativa Scheda illustrativa finanziaria (Mod. B).