Iscriviti alla FLC CGIL

Home » Attualità » Politica e società » Dal 16 al 18 maggio Lecce ospita il Festival Sabir. La CGIL promuove un'occasione per riflettere sul senso della convivenza nel “mare di mezzo”

Dal 16 al 18 maggio Lecce ospita il Festival Sabir. La CGIL promuove un'occasione per riflettere sul senso della convivenza nel “mare di mezzo”

Prevista la presenza della FLC CGIL e del Tavolo interassociativo SaltaMuri.

16/05/2019
Decrease text sizeIncrease  text size

Lecce ospiterà dal 16 al 18 maggio la quinta edizione del Festival Sabir ‘Festival diffuso delle culture mediterranee’  promosso dalla Cgil insieme ad Arci, Acli e Caritas Italiana, con la collaborazione di Asgi, A Buon Diritto e Carta di Roma e con il patrocinio di Anci, Rai, Regione Puglia, Unisalento, Provincia e Comune di Lecce.

Sabir era la lingua meticcia parlata dai marinai nei porti del mediterraneo fino all'inizio del secolo scorso, un modo tutto personale di comunicare, simbolo di condivisione di radici culturali differenti che il destino ha voluto unire. Il Festival vuole dunque esortare a riflettere sul senso che oggi acquista la convivenza nelle zone del "mare di mezzo".

Quindi una tre giorni di iniziative per discutere, insieme a rappresentanti della società civile italiana e internazionale, di una alternativa culturale e sociale alle politiche securitarie e alla criminalizzazione dell’immigrazione. Parteciperanno le reti internazionali Migreurop, EuroMedRights, Forum Civico Europeo, Solidar, TNI, Attac Francia e Attac Internazionale e il Progetto Majalat.

Numerose le iniziative organizzate dalla Cgil insieme alle sue categorie e in collaborazione con gli altri promotori che vedranno la presenza del segretario generale della Cgil Maurizio Landini.

La novità di quest’anno è rappresentata dalle ‘Lezioni Mediterranee’, un ciclo di lezioni sui temi legati al mare nostrum, alla sua storia, alle sue tradizioni e alla sua attualità.

La FLC CGIL parteciperà al Festival Sabir in quanto rappresentante del tavolo interassociativo SaltaMuri e nella giornata di sabato incontrerà gli studenti di Lecce che hanno lavorato a progetti per reagire alle parole d’odio che stanno caratterizzando molto spesso ogni forma di comunicazione.

Programma del Festival Sabir