Iscriviti alla FLC CGIL

Home » Attualità » Politica e società » Fridays For Future: Francesco Sinopoli scrive a David Edwards, segretario generale dell'Internazionale dell'Educazione

Fridays For Future: Francesco Sinopoli scrive a David Edwards, segretario generale dell'Internazionale dell'Educazione

Una lettera della FLC CGIL chiede alla federazione internazionale dei sindacati della conoscenza la mobilitazione e la proclamazione dello sciopero a supporto del movimento di Greta Thunberg.

23/09/2019
Decrease text sizeIncrease  text size

La FLC CGIL, presente all'ottavo Congresso dell'internazionale dell'educazione di Bangkok, in applicazioni delle due risoluzioni sui cambiamenti climatici approvate da tutti i sindacati della scuola, si è espressa con un ordine del giorno sull'urgenza per docenti e studenti di prendere coscienza della gravità della condizione del nostro pianeta e ha indetto per  il 27 settembre lo sciopero di tutti i settori del comparto Istruzione e Ricerca

Il segretario generale della FLC CGIL, Francesco Sinopoli, ha scritto a David Edwards, invitando il rappresentante di IE a sensibilizzare tutti i sindacati dei settori della conoscenza ad aderire alle iniziative di Fridays For Future e a mettere in campo ogni iniziativa utile a diffondere in tutti i paesi, tra gli insegnanti e tra gli studenti, la consapevolezza che il momento di agire per la salvezza del nostro pianeta è adesso, non possiamo più perdere tempo!

In allegato le due risoluzioni IE.

___________________

Roma, 19 settembre 2019

Al Segretario generale di International Education
David Edwards

Caro Segretario Generale,

mentre milioni di giovani provenienti da tutto il mondo stanno conquistando le strade in difesa del pianeta, gli insegnanti sono con i loro studenti e supportano la lotta ai cambiamenti climatici. Durante l'ottavo congresso mondiale IE, i 1.400 delegati che rappresentano oltre 32 milioni di educatori provenienti da oltre 150 paesi hanno adottato una risoluzione che evidenzia il ruolo dell'educazione nei cambiamenti climatici come una delle priorità di International per i prossimi quattro anni. La FLC CGIL ha assunto, in un’ottica di responsabilità globale, tale risoluzione, consapevole che insegnanti, educatori e ricercatori sono determinati a fornire ai propri studenti tutti gli elementi di conoscenza, in modo che possano capire ed essere in grado di affrontare una crisi di vasta portata che inevitabilmente influenzerà le loro vite.

In questo contesto, la FLC CGIL condivide i contenuti della lettera aperta inviata a fine giugno da Fridays For Future Italia a tutte le lavoratrici, a tutti lavoratori e a tutte le organizzazioni sindacali, che denuncia la crisi climatica ed ecologica cui rischiamo di assistere inermi. La lotta per un pianeta vivibile e quella per i diritti dei lavoratori e delle lavoratrici, sono intimamente connesse, così come lo è la lotta contro le diseguaglianze sociali che comporta che anche il fardello dei costi ambientali si scarichi sugli ultimi anelli della piramide: i lavoratori, i disoccupati, gli studenti, i migranti, i pensionati. Per questi motivi, riteniamo di dover accettare l'invito a essere un soggetto attivo nel giorno del terzo sciopero climatico globale, convocato per il 27 settembre 2019.

Si sottolinea, altresì, l’importanza della raccomandazione della commissione europea sulla proposta di Piano Nazionale 2021-2030 per l'energia e il clima dell'Italia che ricorda al nostro Paese come le conseguenze delle politiche e misure previste andrebbero valutate nella prospettiva macroeconomica e quindi in termini di salute, ambiente, occupazione e istruzione.

Il movimento sindacale globale si sta assumendo questo dovere.

L'ILO parteciperà al vertice dell'azione per il clima delle Nazioni Unite, che si terrà il 23 settembre 2019 all'Assemblea generale delle Nazioni Unite a New York, chiedendo ai leader di assumere impegni specifici per una transizione equa per tutti, in materia di dialogo sociale, occupazione, sociale e impatti economici, sviluppo delle competenze, protezione sociale e tecnologia e trasferimento delle conoscenze. L'ITUC chiede a tutti i governi al vertice delle Nazioni Unite di impegnarsi con i lavoratori e integrare misure concrete di transizione nei loro piani d'azione per il clima. I sindacati chiedono ai governi di sottoscrivere gli impegni sulla Giusta Transizione proposti dai governi di Spagna e Perù e sostenuti dall'ILO e dall'ITUC.

FLC CGIL sostiene e partecipa attivamente al processo di The 2030 Agenda for Sustainable Development, il documento di riferimento sulle priorità di sviluppo a livello internazionale, adottato dalle Nazioni Unite nel settembre 2015 da 193 paesi. L'SDG 4, l'obiettivo di sviluppo sostenibile che mira a "garantire un'istruzione di qualità inclusiva ed equa e promuovere opportunità di apprendimento permanente per tutti" e l'SDG 13, finalizzato a "'intraprendere azioni urgenti per combattere il cambiamento climatico e i suoi impatti' ', sono entrambi sull'agenda della FLC CGIL, affermando, come è stato detto nell'ultimo gruppo di lavoro del TUAC sull'istruzione e le competenze presso l'OCSE di Parigi, che il dialogo sociale è un motore e uno strumento di governance per qualsiasi sviluppo sostenibile.

Per tutti questi motivi, l'Assemblea Generale della FLC CGIL ha deliberato di:

  • indire lo sciopero di tutti i settori dell'istruzione per il 27 settembre 2019 e partecipare alle iniziative organizzate da Fridays For Future in occasione del terzo sciopero climatico globale;
  • promuovere un grande evento pubblico che si terrà a Roma presso il CNR il 25 settembre 2019, per discutere del problema del clima e della crisi ecologica e del ruolo del mondo della conoscenza per combatterlo, garantendo una presenza significativa.
  • promuovere con ferma decisione e determinazione nella società, un percorso che porterà rapidamente, non solo alla consapevolezza della gravità della situazione, ma all'elaborazione di un quadro per un modello di sviluppo che renda possibile una vita equa e sostenibile, per l'intera società, per i giovani e per i lavoratori rappresentati da FLC CGIL.

Pertanto, caro Segretario, a nome della FLC CGIL, ti chiedo di sensibilizzare tutte le organizzazioni sindacali aderenti a International Education ad aderire alle iniziative di Fridays For Future e a mettere in campo ogni iniziativa utile a diffondere in tutti i paesi, tra gli insegnanti e tra gli studenti, la consapevolezza che il momento di agire per la salvezza del nostro pianeta è adesso, non possiamo più perdere tempo.

Fraterni saluti

Francesco Sinopoli
Segretario generale FLC CGIL