Iscriviti alla FLC CGIL

Home » Attualità » Politica e società » Proclamazione sciopero Cgil Scuola e lettera alla Commissione di Garanzia

Proclamazione sciopero Cgil Scuola e lettera alla Commissione di Garanzia

Proclamazione dello sciopero dellaCgil Scuola e lettera della Commissione di Garanzia.

26/10/2001
Decrease text sizeIncrease  text size

Al Ministero dell’Istruzione
Al Capo di Gabinetto del Ministero dell’Istruzione
Università e Ricerca
Viale Trastevere 76a
00153Roma

Presidenza Consiglio dei Ministri
Dipartimento Funzione Pubblica

Al Capo di Gabinetto
Corso Vittorio Emanuele II n.116
00187Roma

Al Ministero del Lavoro
Al Capo di Gabinetto Ministero del Lavoro
e delle Politiche Sociali
Via Flavia n.6
00187 Roma

Commissione di Garanzia
per l’ Attuazione della Legge sullo Sciopero nei
Servizi Pubblici Essenziali
Via Po, 16 a
00198 Roma

Prot. n.30/4

Roma, 26 ottobre 2001

Oggetto: Proclamazione dello sciopero dellaCgil Scuola e lettera della Commissione di Garanzia.

La Cgil Scuola, esprimendo un forte apprezzamento per lo sciopero unitario del Pubblico Impiego già proclamato per il 9 novembre;

vista la lettera della Commissione di Garanzia prot.9079, posizione n.11839, del 26 ottobre 2001, con la quale si rileva la mancanza del c.d intervallo oggettivo (10 giorni);

considerato che, secondo quanto previsto dalla Legge 83/2000 come interpretato dalla Commissione di Garanzia, fra uno sciopero e l'altro devono intercorrere 10 giorni di separazione;

considerato, conseguentemente, che l'avvenuta proclamazione di uno sciopero per il comparto scuola per il giorno 12 novembre rende quella come l'unica data praticabile per lo sciopero prima della conclusione del voto sulla Legge Finanziaria al Senato, come previsto dal calendario parlamentare;

considerate le frequenti sollecitazioni della Commissione ad accorpare le date degli scioperi in caso di agitazioni che riguardino lo stesso comparto

decide

di posticipare la proclamazione dello sciopero dei Dirigenti Scolastici, dei Docenti, del personale ATA e del personale in servizio all’estero sia a tempo determinato che a tempo indeterminato, alla giornata di

Lunedì 12 novembre 2001

Restano ferme le ragioni dello sciopero già indicate e la durata che riguarda l'intera giornata.

Enrico Panini