Contro la regionalizzazione del sistema di istruzione fima anche tu

Home » Comunicati stampa » Comunicati FLC CGIL » Il Governo nega il contratto e dà l'elemosina ai dipendenti pubblici

Il Governo nega il contratto e dà l'elemosina ai dipendenti pubblici

Comunicato stampa di Domenico Pantaleo, Segretario generale Federazione Lavoratori della Conoscenza CGIL.

26/03/2010
Decrease text sizeIncrease  text size

La ragioneria generale dello Stato ha comunicato i criteri di calcolo per l'indennità di vacanza contrattuale per il personale di università ed enti di ricerca: tradotto in cifre è una elemosina.

Non c'è la volontà di aprire le trattative per il rinnovo dei contratti e quindi il Governo procede unilateralmente con i pochi spiccioli previsti nella legge finanziaria.

Questo è anche il risultato del nuovo modello contrattuale, firmato da Cisl e UIL, che si sta rilevando inefficace per difendere i salari dei lavoratori e pericoloso perché indebolisce la contrattazione.

La FLC CGIL, che ha presentato alcuni mesi fa le piattaforme contrattuali, ritiene inaccettabile tale modo di procedere che lede i diritti delle lavoratrici e dei lavoratori.

E' pertanto necessario ed urgente aprire immediatamente i tavoli contrattuali, garantendo prioritariamente le risorse necessarie.

In mancanza di risposte serie e concrete da parte del Governo verranno attivate tutte le necessarie iniziative di mobilitazione.

Roma, 26 marzo 2010