Inchiesta nazionale sul lavoro promossa dalla CGIL

Home » Comunicati stampa » Comunicati FLC CGIL » Nomine in ruolo: il Ministro Moratti serve un brodino caldo sul precariato

Nomine in ruolo: il Ministro Moratti serve un brodino caldo sul precariato

La FLC sulle 20.000 immissioni in ruolo dal 1 settembre 2006

11/10/2005
Decrease text sizeIncrease  text size

Comunicato stampa di Enrico Panini
Segretario generale della Federazione Lavoratori della Conoscenza Cgil

L’annuncio di 20.000 immissioni in ruolo dal 1 settembre 2006 rappresenta una risposta parzialissima alla marea di precarietà e di posti vacanti che caratterizza ormai la nostra scuola pubblica, e disattende il voto parlamentare che chiedeva al Ministro Moratti un piano pluriennale di nomine per coprire i posti vacanti, che sono molti e molti di più di quelli individuati dal decreto del Ministro.

Basti sapere che le 20.000 nomine in ruolo annunciate per il 2006 copriranno a malapena i pensionamenti!

Nient’altro da aggiungere rispetto alle dichiarazioni del Ministro Moratti durante l’incontro di oggi che abbiamo valutato per i pesanti silenzi ed omissioni, per la riproposizione di scelte inaccettabili, per il chiaro intento di recuperare in extremis un consenso, dopo quasi cinque anni di scelte sbagliate sulla scuola pubblica.

Roma, 11 ottobre 2005