Emergenza Coronavirus: notizie e provvedimenti

Home » Notizie dalle Regioni » Liguria » Situazione del sistema scolastico ed educativo in Liguria: esiti del tavolo regionale infanzia e adolescenza

Situazione del sistema scolastico ed educativo in Liguria: esiti del tavolo regionale infanzia e adolescenza

Il tavolo coordinato dalla Regione Liguria non si è rivelata un’occasione utile per sviluppare le migliori scelte in questa fase emergenziale.

07/10/2020
Decrease text sizeIncrease  text size

Pubblichiamo di seguito la lettera che CGIL, FLC CGIL, FP CGIL, FILT CGIL e FILCAMS CGIL liguri hanno inviato al presidente della Regione Liguria e altre istituzioni sul mancato avvio di un confronto serio e strutturato sul sistema scolastico ed educativo della Regione, afflitto da molte emergenze tra cui quella sanitaria.

Regione Liguria
Presidente G. Toti

Consiglieri eletti
Protezione Civile
U.S.R.

Direttore E. Acerra
Prefetto Ge, Dr. C. Perrotta
Prefetto Sv ,Dr. A. Cananà
Prefetto Im, Dr. A. Intini
Prefetto Sp, Dr. M. L. Inversini
Anci
Direttore Generale P. Vinai
Presidente M. Bucci

Genova, 6 ottobre 2020

Oggetto: Situazione del sistema scolastico ed educativo, esiti tavolo infanzia e adolescenza Regione Liguria

Gentilissime SS.VV., siamo a riscontrare con estremo rammarico la mancanza di volontà da parte delle Istituzioni locali ad organizzare un confronto serio e strutturato sulla predisposizione del sistema e sulle molteplici emergenze che stanno affliggendo il sistema.

Il tavolo infanzia ed adolescenza coordinato da Regione Liguria non si è rivelata un’occasione utile per sviluppare le migliori scelte in una fase emergenziale come quella che stiamo vivendo, prova ne è che nessuna delle sollecitazioni mosse dalle Organizzazioni sindacali nelle due occasioni di convocazione sono state prese in considerazione e puntualmente si sono riscontrate tutte le criticità preconizzate.

Organici: il personale attualmente in forza al sistema scolastico/educativo non è sufficiente né per poter metter in campo una didattica efficace, né per eseguire tutte le procedure di tutela e prevenzione previste dai documenti dell’ISS e dai Ministeri della Salute e dell’Istruzione. Non è ancora attivo il sostegno per gli alunni disabili.

Logistica: non sono state individuate soluzioni logistiche adeguate per consentire una fruizione degli spazi nel rispetto delle distanze interpersonali che consentano una didattica efficace. La gestione del tempo mensa e dei servizi correlati ci risultano in grande difficoltà. Non è stata fatta nessuna ricognizione che consenta di coniugare un servizio di qualità con le prescrizioni Covid, a partire dall’aggiornamento dei capitolati d’appalto, generando gravi difficoltà per i lavoratori impiegati nel settore. Nonostante le nostre plurime sollecitazioni, riscontriamo un’organizzazione della rete dei trasporti insufficiente per poter far fronte all’aumento di affluenza dovuto all’inizio delle scuole.

Sicurezza e prevenzione: in questo quadro riscontriamo gravi difficoltà nell’applicazione dei Protocolli di Sicurezza sottoscritti a livello nazionale che espongono al rischio i lavoratori tutti, gli alunni e le famiglie. Rileviamo anche la mancata costruzione del sistema di prevenzione sanitaria dedicato al sistema scolastico, pur tanto pubblicizzato dalla Giunta precedente, nonché il mancato rispetto della delibera Alisa 230/2020. La costruzione del sistema di prevenzione deve vedere subito un potenziamento dei team di tracciamento, della Medicina territoriale e della rete dei laboratori, molto in sofferenza.

Fulvia Veirana, Cgil Liguria
Claudio Croci, Flc Cgil Liguria
Nicola Dh,o Fp Cgil Liguria
Laura Andrei, Filt Cgil Liguria
Giovanni Bucchioni, Filcams Cgil