Testo CCNL Istruzione e Ricerca

Home » Notizie dalle Regioni » Marche » Marche. Continua il taglio agli organici scuola nonostante il continuo aumento del numero degli alunni

Marche. Continua il taglio agli organici scuola nonostante il continuo aumento del numero degli alunni

FLC Cgil, CISL Scuola, UIL Scuola e SNALS-CONFSAL scrivono al Ministro Fioroni.

06/03/2008
Decrease text sizeIncrease  text size

FLC CGIL - CISL Scuola - UIL Scuola - SNALS-CONFSAL
Segreterie regionali

Prot. 08030510
Ancona, 4 marzo 2008

AL MINISTRO PUBBLICA ISTRUZIONE
G. FIORONI

AL CAPO DIPARTIMENTO ISTRUZIONE
G. COSENTINO

E P.C.
AL DIRETTORE GENERALE U.S.R. MARCHE
M. DE GREGORIO

ALL’ASSESSORE ISTRUZIONE E FORMAZIONE
REGIONE MARCHE- U. ASCOLI

ALLE OO.SS. NAZIONALI
FLC CGIL - CISL SCUOLA - UIL SCUOLA - SNALS-CONFSAL

LORO SEDI

Il 3 marzo u.s. si è svolto il secondo incontro di informazione sugli organici per l’anno scolastico 2008/2009 nella regione Marche.

La delegazione dell’Ufficio scolastico Regionale,assente il Direttore Generale, ha confermato l’intenzione, già espressa nel precedente incontro del 22 febbraio dallo stesso Direttore Generale, in accordo con i dirigenti degli USP, di operare il taglio direttamente sull’organico di diritto nella misura del 100% in una unica soluzione, anziché del 60% sull’organico di diritto e del 40% sull’organico di fatto, così come previsto dalla circolare ministeriale n. 19 del 1.02.08.

Tale operazione fortemente contestata dalle scriventi OO.SS. era stata motivata dal Direttore Generale, nel primo incontro, con “oggettive e serie difficoltà operative da parte degli uffici ad effettuare il taglio dei posti nella fase dell’organico di fatto”.

Le OO.SS. hanno detto di non condividere le “oggettive motivazioni operative” e ribadiscono che, poter operare i tagli in due tempi, a fronte di iscrizioni certe, anche relativamente al numero degli alunni immigrati, iscrizioni spesso tardive e alquanto numerose nella nostra regione, consentirebbe di rispondere alle reali esigenze del territorio.

Le scriventi OO.SS. sono fortemente preoccupate per il continuo taglio di organici che si protrae nel tempo nella regione Marche, nonostante il continuo aumento del numero degli alunni, tagli che provocano disagi enormi alla scuola e alle famiglie. Anche per quest’anno l’aumento del numero degli alunni è alquanto sensibile e stimabile già in più di 2000 unità.

Riteniamo perciò assolutamente indispensabile mantenere un numero più elevato di posti in Organico di Diritto, soprattutto nelle realtà in cui si registra una crescita della popolazione scolastica e le Marche ne sono un chiaro esempio.

In presenza di pesanti riduzioni di organico, non esiste la garanzia circa la regolare formazione delle classi che risultano sempre più numerose ed in cui vengono inseriti almeno 2 soggetti diversamente abili, né tanto meno esiste la certezza di poter garantire il tempo scuola.

Tutto ciò non giova alla qualità della scuola e temiamo fortemente che non venga garantito nella regione Marche un serio e reale Diritto allo studio.

FLC CGIL - Anna Marinari
CISL SCUOLA - Francesca Conti
UIL SCUOLA - Rita De Dominicis
SNALS-CONFSAL - Paola Martano