Emergenza Coronavirus: notizie e provvedimenti

Home » Notizie dalle Regioni » Veneto » Verona » Straordinario risultato all'educandato di Verona: bonus anche agli educatori

Straordinario risultato all'educandato di Verona: bonus anche agli educatori

Sindacati e RSU siglano un accordo storico in seguito ad una giusta battaglia nella logica di unificazione dei diritti dei diversi profili.

06/07/2020
Decrease text sizeIncrease  text size

A cura della FLC CGIL Verona

Le RSU dell’Educandato di Verona, insieme a tutte le sigle provinciali delle organizzazioni sindacali, hanno siglato oggi un accordo fortemente innovativo nella equiparazione dei diritti e delle norme per il personale educativo: in base ai comuni criteri, allegati al testo dell’accordo, grazie alla nuova normativa introdotta dalla legge finanziaria 160 del dicembre 2019 anche gli educatori e le educatrici possono accedere al bonus.

È un risultato molto importante, abbiamo modo di credere che l’Educandato di Verona, sia tra i primi, se non il primo, a siglare un accordo in tal senso. È stata una giusta battaglia nella logica di unificazione dei diritti dei diversi profili. Ovviamente non si tratta di una “distribuzione a pioggia” a cui siamo fortemente e ostinatamente contrari, ma va nella logica di riconoscere l’attività effettivamente svolta, da ciascun profilo, in un periodo così inteso è complicato come è stato quello della didattica a distanza e del lock down.

Il personale ATA non è stato considerato all’interno  di questa discussione, per quest’anno, non tanto per una logica di esclusione dall’accesso a questo istituto contrattuale, bensì perché il Dirigente Scolastico e le RSU, a fronte di lavori straordinari per la risistemazione dell’edificio storico, avevano già contrattato una somma rilevante di 20.000 euro dai fondi di Bilancio (che diventano quasi 30.000, in quanto su questi fondi ci sono gli oneri aggiuntivi previsti), ancor più motivata dopo la situazione straordinaria che si è determinata con il COVID. I fondi destinati in particolare ai collaboratori scolastici non utilizzati per il lock down sono stati comunque vincolati, come residui, allo stesso profilo.

Un ottimo risultato dovuto alla forte iniziativa della FLC CGIL, della sua delegata educatrice, ma soprattutto alla forte tenuta unitaria della RSU e alla significativa disponibilità del DIrigente Scolastico. 

Un risultato veramente straordinario ed innovativo.