Testo CCNL Istruzione e Ricerca

Home » Ricerca » CNR: pubblicata la riformulazione parziale della graduatoria di selezione per la progressione dal V al IV livello CTER

CNR: pubblicata la riformulazione parziale della graduatoria di selezione per la progressione dal V al IV livello CTER

FLC CGIL sollecita l’Ente affinché emani un nuovo bando per l’applicazione dell’Art.54 in modo da vedere conclusa questa Odissea infinita

08/08/2018
Decrease text sizeIncrease  text size

Sul sito URP CNR è stato pubblicato il provvedimento di riformulazione parziale della graduatoria della selezione ai sensi dell'art. 54 del CCNL 1998-2001, per la progressione dal V al IV livello professionale del profilo di CTER per complessive 178 posizioni, a seguito di accoglimento di istanze di revisione.

Il provvedimento di riformulazione accoglie per errori materiali tre istanze e dispone la nomina dei tre vincitori. Considerato che parecchi dipendenti, cautelativamente avevano presentato domanda per il passaggio al IV livello sono già inquadrati al IV livello CTER, l’ultima posizione utile della graduatoria con decorrenza giuridica ed economia al 1 gennaio 2017 non è la posizione 178 ma la 245.

Sul sito www.urp.cnr.it/, sono in via di pubblicazione anche gli altri provvedimenti di riformulazione relativi alle ulteriori graduatorie, avverso le quali erano state presentate numerose istanze in autotutela.

La FLC CGIL auspica che l’Ufficio Stato Giuridico e Trattamento Economico del Personale proceda ad effettuare con urgenza il provvedimento di inquadramento nel livello superiore per le lavoratrici e per i lavoratori risultati vincitori nelle procedure concorsuali e metta un punto fermo a questa odissea che si trascina da anni, a partire dalla unilaterale riformulazione da parte dell’Amministrazione dei criteri previsti contrattualmente dall’art. 54 del CCNL 1998-2001. Vicenda che lascia molte lavoratrici e lavoratori delusi per la mancata valorizzazione professionale pur avendone tutti i requisiti.

Un’odissea che ancora non è finita, dato che, chi non ha visto accolta la sua istanza, vorrà proseguire l’azione rivolgendosi al Giudice del Lavoro. Si ricorda che l’ufficio legale della FLC CGIL è a disposizione per ogni eventuale ricorso. La FLC CGIL, inoltre sta programmando con l’avvocato del lavoro una giornata, nella prima settimana di settembre, per discutere e raccogliere le richieste di tutela legale.

La FLC CGIL sollecita comunque l’Ente affinché in tempi brevi, emani un nuovo bando per l’applicazione dell’Art.54 con decorrenza 1.1.2018. Bando che dovrà tener conto di quanto previsto dall’art. 90 del nuovo CCNL sottoscritto il 19 aprile 2018 e che dovrà essere elaborato in modo da non lasciare la valutazione dei titoli alla totale discrezionalità della Commissione, evitando scelte a dir poco discutibili, con i conseguenti strascichi di ricorsi, come avvenuto nell’ultima tornata.