Contro la regionalizzazione del sistema di istruzione fima anche tu

Home » Ricerca » Indispensabile sbloccare il reclutamento negli enti di ricerca per evitare il collasso del sistema

Indispensabile sbloccare il reclutamento negli enti di ricerca per evitare il collasso del sistema

Lettera unitaria dei sindacati ai presidenti della Camera e del Senato e alle Commissioni cultura.

28/11/2010
Decrease text sizeIncrease  text size

FLC CGIL, CISL FIR e UIL PA RUA richiedono un intervento immediato per sbloccare il reclutamento. Infatti, la riduzione della capacità di assumere, determinata dal contenimento del turnover al 20% previsto dall'ultima manovra economica, rende impossibile proseguire le ordinarie attività e produce la perdita di professionalità e competenze fondamentali per il Paese. La legge di stabilità attualmente in discussione e l'annunciato decreto milleproroghe indicheranno alcune priorità di spesa.

Al fine di poter discutere di questi temi, i sindacati hanno inviato una lettera con la richiesta di un incontro urgente al Sen. Renato Schifani e all'On. Gianfranco Fini, rispettivamente Presidente del Senato della Repubblica e Presidente della Camera dei Deputati. Destinatari di una analoga richiesta sono stati anche il Sen. Guido Possa, Presidente VII Commissione Permanente Senato della Repubblica e l'On. Valentina Aprea, Presidente VII Commissione Permanente Camera dei Deputati.

"Riteniamo indispensabile - scrivono i sindacati - che tra i provvedimenti indirizzati alla crescita venga incluso il ripristino integrale della capacità di assunzione degli Enti Pubblici di Ricerca e la definizione di un piano straordinario di reclutamento".

"Gli ingenti pensionamenti previsti - prosegue la lettera - già renderebbero sostenibile con le risorse che sono nella disponibilità degli EPR questa operazione che andrebbe accompagnata dal superamento delle dotazioni organiche come vincolo formale alle assunzioni".