Iscriviti alla FLC CGIL

Home » Ricerca » INFN - Comunicato sulle dichiarazioni del rappresentante nazionale del personale

INFN - Comunicato sulle dichiarazioni del rappresentante nazionale del personale

Ci vediamo costretti ad emettere la presente nota di chiarimenti a seguito della lettura della relazione sull'ultima riunione del Consiglio Direttivo INFN inviata in ogni unità operativa dal Sig. Ferro Rappresentante Nazionale del personale tecnico amministrativo.

14/10/2002
Decrease text sizeIncrease  text size

CGIL SNUR

SINDACATO NAZIONALE UNIVERSITA' RICERCA
Coordinamento Nazionale INFN

COMUNICATO AL PERSONALE INFN
14 ottobre 2002

Ci vediamo costretti ad emettere la presente nota di chiarimenti a seguito
della lettura della relazione (estratto allegato in calce) sull'ultima
riunione del Consiglio Direttivo INFN del 29 settembre u.s. inviata in ogni
unità operativa dal Sig. Ferro Rappresentante Nazionale del personale
tecnico amministrativo.

SULLA RAPPRESENTATIVITA'

E' legittima prerogativa di una qualsiasi O.S. chiedere i dati sulla
rappresentatività, cioè i dati relativi al numero di voti ottenuti nelle
elezioni RSU dalle OO.SS. e il relativo numero di iscritti.
Nel corso dell'ultimo incontro con l'INFN del 24 settembre u.s., lo SNUR non
ha dichiarato di voler far valere la rappresentatività di Ente sulla
rappresentatività di comparto. In entrambi i casi, infatti, i dati numerici
approssimativi in nostro possesso dicono che gli equilibri confederali non
mutano. Da questo punto di vista la questione risulta essere quindi
irrilevante. E questo lo abbiamo detto nel corso della seduta.

Ciò che invece non è affatto irrilevante e che abbiamo tentato di dibattere
in un clima, come dire, piuttosto ostile, è chiarire se i soggetti
negoziali, OO.SS. titolate ed Ente, concordano sul principio di validazione
degli accordi basato sulla effettiva rappresentatività oppure no.
Contratti integrativi che riguardano la vita lavorativa e l'aspetto

economico di migliaia di persone, debbono essere ritenuti validi se la somma

delle sigle in calce raffigura oltre il 50% degli interessati, oppure conta
la mera somma algebrica delle sigle abilitate a prescindere dalla loro reale
rappresentatività?
Questo è il vero nodo da sciogliere, i tentativi di innescare polemiche
intorno alla nostra legittima richiesta, da qualunque parte essi provengano,

risultano assai pretestuosi e strumentali.

Per ulteriore chiarezza e per sgomberare il campo da altri possibili
equivoci o fraintendimenti, possiamo ancora una volta qui ribadire che lo
SNUR in tema di unità sindacale, riconoscendo ad essa una eccezionale
valenza, porrà in essere tutte le opportune iniziative possibili per la sua
realizzazione. Faremo tutto il possibile per evitare di riprodurre anche nel
nostro Ente le condizioni concretizzatesi in un altro importante Ente del
comparto dove recentemente la CISL Ricerca ha siglato un rilevante accordo

economico (tra l'altro proprio vantando un'alta rappresentatività di Ente,
il 67% circa) in perfetta solitudine e su un tavolo separato da CGIL e UIL,
creando così uno spiacevole precedente.

SULLE PIATTAFORME

Il CCNL non "prevederebbe anche la stesura di una piattaforma" come
riportato nella relazione del Sig. Ferro, ma bensì prevede che il negoziato
venga avviato dagli enti previa presentazione di piattaforme da parte delle
OO.SS.
Il CCNL prevede altresì che tutti gli istituti contrattuali rimessi a
livello di contrattazione integrativa vengano trattati in un'unica sessione
negoziale, fatte salve le materie che, per la loro natura, richiedano tempi
diversi o verifiche periodiche (art. 35).
Percorso metodologico che l'Ente ha condiviso nel corso dell'incontro del
24/9.

Coerentemente con il dettato contrattuale, lo SNUR non si è mai dichiarato
contrario allo stralcio di alcune materie dal contratto collettivo
integrativo nazionale, in particolare di quelle materie dagli aspetti
economici d'urgenza da trattare prioritariamente, tant'è vero che per
consentire l'applicazione dell'art. 53 abbiamo efficacemente promosso,
sostenuto e siglato un opportuno accordo stralcio.

SULLE DICHIARAZIONI DEL SIG. FERRO

"Ho evidenziato come queste iniziative possano avere come risultato una
perdita di tempo e danneggiare il personale". Con questa infelice frase il
Sig Ferro giudica e bolla come perdite di tempo e come iniziative dannose
per il personale le legittime prerogative e le legittime richieste di
applicazione del disposto contrattuale avanzate dalla nostra O.S. nel corso
dell'incontro del 24/9.

E' un fatto assai grave e lesivo dell'immagine e della storia della nostra
O.S. che denota una approssimativa conoscenza dei fatti e una scarsa
sensibilità sindacale. Ancor più grave in considerazione del fatto che a
pronunciare queste parole, a scriverlo e diffonderlo, è chi ricopre un ruolo
istituzionale di rappresentanza generale del personale tecnico ed
amministrativo in seno al maggior organismo dell'Ente.

Noi pensiamo che le dichiarazioni rilasciate e scritte dal Sig. Ferro non
siano condivise da gran parte del personale interessato che della CGIL e del
suo operato passato e presente ha ben altra opinione. Invitiamo pertanto il
personale T.A. a sollecitare i propri rappresentanti locali a chiedere un
chiarimento sull'episodio e a verificare l'attitudine del Sig. Ferro a
permanere nel ruolo di rappresentanza della generalità del personale T.A. in
seno al C.D. INFN.

Infine, chiediamo al Sig. Ferro formali e pubbliche scuse per le gravi
affermazioni pronunciate ai danni di questa O.S. nella riunione del C.D.
INFN in veste di rappresentante del personale T.A. e confermate nella sua
relazione.

Il Coordinatore Nazionale CGIL - SNUR - INFN

- ALLEGATO AL COMUNICATO del 14 ottobre 2002 -

Estratto della Relazione del Sig. Ferro sul CD INFN del 27/9/2002

Original Message
From: "Tiziano Ferro" < tiziano.ferro@bo.infn.it >

(omissis)

INCONTRO I.N.F.N. ED ORGANIZZAZIONI SINDACALI

Il presidente della delegazione per la trattativa con le OO.SS., prof.
Angelo Scribano, ha comunicato che il giorno 24 settembre c'e' stato un
incontro con le OO.SS., CGIL - CISL - UIL.
All'inizio dell'incontro, la CGIL ha chiesto all'Istituto la percentuale
della rappresentatività delle sigle sindacali all'interno dell'INFN, volendo

far valere questa nella trattativa all'interno dell'Ente, differenziandosi
dalla quota di rappresentatività negli Enti di Ricerca a livello nazionale.
Inoltre la CGIL ha richiesto, per poter far partire la trattativa sul
salario accessorio, la presentazione di una piattaforma integrativa di ente.

(Il Contratto prevederebbe anche la stesura di una piattaforma integrativa
di ente, ma ho fatto presente che il personale e' in attesa della
definizione dell'ammontare delle ore di straordinario, della definizione
delle attivita' presso i laboratori e della liquidazione della relativa
indennita', che solitamente viene liquidata in questo periodo.
Inoltre deve ancora esser liquidata una parte del salario accessorio
relativa all'anno 2001.
Ho evidenziato come queste iniziative possano avere come risultato una
perdita di tempo e danneggiare il personale.
Ho richiesto che l'Istituto convochi le OO.SS. per uno stralcio del
contratto per quanto riguarda il salario accessorio, seguendo le procedure
attuate per il reperimento dei fondi necessari per finanziare l'art. 53 -
progressioni economiche.
Il prof. Scribano ha detto che per convocare le OO.SS. come e' stato fatto
per l'art. 53 sono necessari particolari motivi ed inoltre si vuole giungere
ad un accordo firmato da tutte le OO.SS.
In effetti ci sara' un ritardo di almeno due mesi, comunque spera di
concludere in tempi brevi o per lo meno, entro la fine dell'anno).

(omissis)

Altre notizie da: