Iscriviti alla FLC CGIL

Home » Ricerca » INRAN: la situazione è esplosiva

INRAN: la situazione è esplosiva

Dal 1 gennaio 2013 a rischio gli stipendi ex INRAN e i precari saranno licenziati.

14/12/2012
Decrease text sizeIncrease  text size

Lunedì 17 dicembre le RSU hanno convocato un'assemblea di tutto il personale per decidere di intensificare le iniziative di lotta. Nel frattempo, a seguito delle numerose richieste di incontro, il giorno 18 dicembre l'ex Direttore Generale ha convocato i sindacati ma la partita si "gioca" tutta presso il MIPAAF che deve finanziare l'ex INRAN e risanare il fido bancario ormai sotto di oltre 6 milioni di euro.

CGIL, CISL e UIL inviano una nuova richiesta di incontro al Dr, Serino.
_________________

Egregio Dott. Serino,
le scrivo a nome di CGIL CISL UIL relativamente al problema dei precari INRAN, in scadenza al 31 dicembre p.v.

Dal MIPAAF - anche in occasione dell'ultimo incontro con il Dr. Vaccari,ci era stato assicurato che sarebbero stati tenuti in servizio per 4 mesi, ma a tutt'oggi nessuna procedura è stata avviata.

Le ragioni, esposteci dal Dr. Petroli, riguardano l'impossibilità a portare a termine le procedure (per le quali il Dr. Petroli è già pronto) in assenza di adeguata copertura economica e formale in termini di delega conferitagli al riguardo.

Come lei ben sa nè il CRA nè l'Ente Risi sono in condizione di dare indicazioni al riguardo -nè intendono assumersi la responsabilità del personale - fino a che i decreti per il trasferimento delle risorse umane finanziarie e strumentali non sono giunti a buon fine.

C'è quindi necessità di un forte intervento del Vigilante affinchè detto personale non si trovi a partire dal 1 gennaio senza nessun contratto, uscendo dal posto di lavoro.
Le faccio presente che i responsabili dei progetti hanno proceduto a dichiarare che esiste sui progetti la disponibilità delle risorse, che ovviamente possono affermare per quanto di loro competenza senza avere essi nessuna possibilità di fare verifiche di cassa. La competenza però conferma che c'è copertura, e le chiediamo quindi di dare adeguate indicazioni al Dr. Petroli - in quanto solo il MIPAAF può fornirle - affinchè egli possa procedere a sottoscrivere i contratti individuali di lavoro.

Restiamo in attesa di ricevere al più presto assicurazione che i precari INRAN possano avere certezze almeno per i prossimi 4 mesi.

Sonia Ostrica UIL RUA
Antonella Papale CISL Ricerca
Angela Imperi FLC CGIL

Altre notizie da: