Iscriviti alla FLC CGIL

Home » Ricerca » ISPESL. Firmato l’accordo su incentivo per dipartimenti territoriali e sui benefici socio assistenziali

ISPESL. Firmato l’accordo su incentivo per dipartimenti territoriali e sui benefici socio assistenziali

Comunicato congiunto FLC Cgil, CISL FIR e UIL PA-UR sull'incontro del 6 febbraio

09/02/2007
Decrease text sizeIncrease  text size

FLC CGIL - CISL FIR - UIL PA-UR

Trattativa del 6 febbraio 2007 - firmato l’accordo su incentivo
per dipartimenti territoriali e sui benefici socio assistenziali

Nella trattativa di ieri sono state firmate le ipotesi di accordo per l’assegnazione dei fondi da destinare al personale dei dipartimenti territoriali per l’anno 2005 e per l’attribuzione dei benefici socio-assistenziali. Come prassi dell’ISPESL (?) le ipotesi di accordo siglate andranno prima ai revisori dei conti e poi torneranno al tavolo per la firma definitiva.

Per quanto riguarda il primo accordo è stato previsto che l’applicazione avvenga entro 60 giorni dalla firma.

Per il secondo si è riusciti non solo ad incrementare le risorse del fondo dello 0,75 % delle spese per il personale più quelle che residuano a consuntivo dell’anno precedente, ma anche ad aumentare le opportunità con cui concedere i benefici

Per le questioni riguardanti le progressioni economiche e di livello del Personale, è stata respinta la proposta dell’Amministrazione di far svolgere le selezioni al 2007 con i fondi già stanziati negli accordi del 2004 e 2005; si è chiesto di ridefinire il pacchetto dei passaggi economici e di livello destinando ulteriori risorse e rispettando le cadenze biennali previste a regime dal CCNL, partendo dal 2003, nonché sulla base di quanti hanno maturato il requisito per i passaggi alle diverse cadenze.

Il resto della lunga discussione si è incentrata principalmente tanto sulle questioni riguardanti il reclutamento e la stabilizzazione del Personale precario (L. Finanziaria e art. 5 del CCNL), quanto sulle procedure ex commi 5, 6, 7 e 8 dell’art. 15, primo biennio, e dell’art. 9, secondo biennio del CCNL 7 aprile 2006.

Naturalmente si è chiesto di soprassedere alla pubblicazione dei nuovi bandi di concorso, intanto perché l’eventuale emanazione di questi bandi non può riguardare profili professionali già con graduatorie attive di idonei, ma anche perché bisognerà tenere conto delle novità introdotte dalla finanziaria in materia di stabilizzazioni. Al riguardo è stato ribadito che anche se si espletano nuovi concorsi pubblici con la massima velocità possibile, le relative assunzioni dei vincitori restano sempre subordinate alle procedure autorizzative previste dalla normativa vigente.

Per la “mobilità intercompartimentale” verrà attivato al più presto un apposito tavolo per predisporre le necessarie tabelle di equiparazione ai fini degli inquadramenti del Personale interessato nei ruoli dell’Ente.

Per quanto riguarda gli altri punti all’ordine del giorno, sono state richieste puntuali spiegazioni:

  • sull’attribuzione a consuntivo dei fondi relativi al trattamento accessorio 2006 prima di discutere di quelli del 2007;

  • sull’adeguamento dell’indennità di trasporto strumenti e degli accessi per il Personale in missione.

Per il confronto sull’articolazione dei dipartimenti tecnico-scientifici è stato richiesto un tavolo specifico.

L’Amministrazione ha altresì chiesto di inserire tra le “varie” l’esame di merito e di legittimità per l’eventuale applicazione nell’ISPESL dell’art. 18, comma 1, L. 11 febbraio 1994 riguardante “incentivi e spese per la progettazione” (Legge Merloni).

Infine il Direttore Generale ha comunicato di essersi personalmente attivato per far pervenire entro la fine del mese i buoni pasto al Personale, che per ragioni legati all’espletamento della gara, non hanno avuto ad oggi l’erogazione dei buoni.

Prevedibilmente l’incontro proseguirà il 14 febbraio p.v.

Altre notizie da: