Iscriviti alla FLC CGIL

Home » Ricerca » Ricerca: audizione dei sindacati alla 7a Commissione del Senato

Ricerca: audizione dei sindacati alla 7a Commissione del Senato

All’audizione in Senato la FLC ha ribadito l’importanza dell’autonomia degli enti di ricerca da qualunque ministero vigilati, l’urgenza di coinvolgere la comunità scientifica in tutte le fasi del riordino e la necessità di risorse finanziarie e di posti di lavoro stabili negli enti.

01/02/2007
Decrease text sizeIncrease  text size

Si è svolta oggi l’audizione di CGIL, CISL e UIL presso la Commissione permanente del Senato sul Disegno di Legge n. 1214, cioè sul testo con cui il Governo chiede al Parlamento la delega a riformare gli enti di ricerca vigilati dal MIUR.
La posizione della FLC è sintetizzata nel testo che è stato consegnato alla Commissione.

Nell’audizione ci si è soffermati soprattutto sull’urgenza di intervenire per ridare agli enti di ricerca ed ai ricercatori che vi operano autonomia, considerando questi due elementi come assolutamente inscindibili. Per ottenere concretamente ciò è necessario coinvolgere da subito la comunità scientifica senza calare ancora una volta in modo autoritario dall’alto nuove strutture o nuova organizzazione.

Per la CGIL questi principi, e quindi la riforma da attuare, non può valere solo per gli enti vigilati dal MIUR, quindi occorre estendere la delega anche agli altri enti pubblici di ricerca.

Infine, fondamentali sono le risorse che si intenderà mettere nei processi di riordino soprattutto nel caso di scorpori e di creazione di nuovi enti.
In esplicito far rinascere l’INFM richiede di investire risorse fresche e di aumentare consistentemente i rapporti di lavoro a tempo indeterminato. L’idea di dare al nuovo ente risorse tolte al CNR porterebbe al non decollo dell’INFM ed al tracollo del CNR.

Roma, 1 febbraio 2007