Come presentare domanda graduatorie terza fascia ATA 2021

Home » Scuola » Docenti » Secondo Ciclo » Mobilità scuola 2016/2017: pubblicati i movimenti della scuola secondaria di II grado. Come controllare i risultati

Mobilità scuola 2016/2017: pubblicati i movimenti della scuola secondaria di II grado. Come controllare i risultati

Pubblichiamo l'elenco di tutti i docenti soddisfatti con le fasi e i punteggi e il riepilogo dei posti rimasti liberi nei vari ambiti per controllare la correttezza delle operazioni

14/08/2016
Decrease text sizeIncrease  text size

Il 13 agosto 2016 sono stati pubblicati i risultati della mobilità della scuola secondaria di secondo grado. Gli interessati hanno ricevuto un messaggio di posta elettronica che comunicava il risultato.

I docenti della fase C (assunti da GAE nelle fasi B e C del piano straordinario di assunzioni 2015/2016) che hanno ricevuto comunicazione di mancato accoglimento della domanda, risultano di fatto in esubero a livello nazionale. Questi docenti verranno provvisoriamente assegnati d'ufficio in esubero, da parte degli USP (in attuazione di quanto prevede l'art. 23 c. 13 del Ccni 8 aprile 2016), nella provincia di assunzione. Di conseguenza non potranno partecipare alle operazioni di competenza delle scuole (conferimento incarichi triennali da parte dei dirigenti scolastici) visto che nelle scuole dell'ambito non ci sono posti disponibili per loro in organico dell'autonomia (diritto+potenziamento), ma dovranno presentare domanda di utilizzazione ai sensi dell'art. 2 comma 1 lett. d) dell'ipotesi di Ccni del 15 giugno 2016 in quanto senza sede e in esubero ed anche domanda di assegnazione provvisoria (se interessati ed in possesso dei requisiti) sui posti attivati in organico di fatto e saranno utilizzati, se non ottengono l'eventuale assegnazione provvisoria, dopo tutte le altre operazioni annuali, anche in soprannumero. Vai al nostro speciale.

Per permettere un controllo accurato dei risultati mettiamo a disposizione il file fornito dal Miur dei docenti "soddisfatti" nel quale è indicata, per ogni docente, la fase di appartenenza, il punteggio e le eventuali precedenze.

È anche disponibile un file riepilogativo dei posti rimasti liberi nei vari ambiti e dei docenti assegnati agli stessi in modo da conoscere i posti effettivamente rimasti disponibili. La tabella è organizzata per regione, provincia, classe di concorso e ambito: attraverso i filtri è possibile selezionare solo i dati di interesse.

Per controllare la propria situazione occorre verificare, per tutti gli ambiti, sedi richieste e non ottenute (indicate prima di quella assegnata), che non siano presenti docenti della stessa fase con punteggio inferiore e senza precedenze o di fasi successive. In tal caso c'è sicuramente un errore nell'elaborazione che non ha rispettato le fasi e/o il punteggio.

Le fasi sono nell'ordine B1, C e D: le fasi B2 e B3 sono avvenute su un numero di posti preventivamente accantonati e quindi non disponibili per le altre fasi.

È possibile anche verificare se per il proprio insegnamento siano rimasti posti liberi (dopo aver detratto i docenti assegnati agli ambiti setssi) negli ambiti non ottenuti: in questo caso si tratta di un errore di mancato utilizzo di posti disponibili.
In entrambi i casi è necessario presentare ricorso con richiesta di conciliazione all'ambito territoriale provinciale che ha valutato la domanda segnalando le anomalie rilevate (per posta elettronica, posta certificata, raccomandata postale o recapitata a mano).

Per informazioni e per la consulenza è possibile rivolgersi direttamente alle nostre sedi locali.