Iscriviti alla FLC CGIL

Home » Scuola » Esame di Stato per il secondo ciclo di istruzione per i candidati esterni: mancano ancora le disposizioni specifiche

Esame di Stato per il secondo ciclo di istruzione per i candidati esterni: mancano ancora le disposizioni specifiche

Su nostra sollecitazione l’amministrazione ha annunciato la prossima emanazione dell’Ordinanza Ministeriale.

30/05/2020
Decrease text sizeIncrease  text size

L’Ordinanza Ministeriale 10 del 16 maggio 2020 sugli esami di Stato per il secondo grado all’articolo 4 prevede che i candidati esterni debbano effettuare le prove di idoneità prima di poter essere ammessi agli esami stessi che si potranno tenere dopo il 10 luglio. Tali prove d’idoneità sono regolate da specifica ordinanza che però al momento non è stata emanata.

In alcuni istituti scolastici i numeri di questi candidati sono veramente importanti, per questo riteniamo che l’assenza di questa ordinanza crei non poche difficoltà organizzative alla predisposizione del lavoro delle scuole. Le prove di idoneità prevedono attività in presenza sulle diverse discipline e soprattutto sulle attività di laboratorio. Occorre quindi programmare con precisione e compatibilità con la salute e la sicurezza sia gli esami di stato degli interni che le prove di idoneità e gli esami di stato per gli stessi privatisti.

Per sollecitare i provvedimenti necessari ad affrontare tutta la complessità di questa fase, la FLC CGIL nella giornata del 29 maggio 2020 ha scritto all’Amministrazione, che ha prontamente risposto: l’Ordinanza sarà emanata al più presto, intanto le scuole ancora ai primi di giugno attendono le indicazioni per assolvere a questa importante funzione.