Elezioni RSU 2022, candidati con la FLC CGIL

Home » Scuola » Formazione Professionale » Istruzione e Formazione Professionale: assegnati i codici nazionali dei percorsi leFP

Istruzione e Formazione Professionale: assegnati i codici nazionali dei percorsi leFP

Riguardano gli istituti del Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Veneto e, parzialmente, Sicilia.

19/04/2013
Decrease text sizeIncrease  text size

Con la nota 865 del 9 aprile 2013 la Direzione Generale per gli Studi, la Statistica e i Sistemi Informativi ha reso noto i codici relativi alle qualifiche professionali di Istruzione e Formazione Professionali attivati in regime di sussidiarietà complementare dagli istituti professionali statali. La codificazione dei percorsi riguarda esclusivamente le regioni che hanno optato per tale tipologia di sussidiarietà: il Friuli Venezia Giulia, la Lombardia e il Veneto. Come è noto la sussidiarietà complementare comporta l'adozione da parte dell'istituto professionale statale degli "standard formativi" e della "regolamentazione dell’ordinamento dei percorsi triennali di IeFP"  "determinati da ciascuna Regione nel rispetto dei livelli essenziali di cui al Capo III del decreto legislativo n. 226/2005" (CM 10/13).

La nota del MIUR chiarisce che le scuole dovranno "individuare le classi di concorso tra quelle previste per ciascuna disciplina e comunicare le relative cattedre e contributi orari all’ufficio territorialmente competente".

La codificazione nazionale dei percorsi IeFP e delle relative qualifiche rilasciate a partire dall'a.s. 2013/14 appare un importante passo in avanti nel rendere trasparente ed evidente che, anche nelle regioni con sussidiarietà complementare:

  • le qualifiche sono le 22 definite in vari accordi in Conferenza Stato Regioni ed hanno valore nazionale
  • gli insegnamenti previsti nei percorsi fanno riferimento a specifiche classi di concorso, con personale in possesso di determinati requisiti di qualificazione.

I codici delle 22 qualifiche sono:

IPQA – OPERATORE DELL’ABBIGLIAMENTO
IPQB – OP. DEL LEGNO
IPQD – OP. DELLA RISTORAZIONE
IPQE – OP. AI SERVIZI DI PROMOZIONE E ACCOGLIENZA
IPQF – OP. AMMINISTRATIVO SEGRETARIALE
IPQG – OP. AI SERVIZI DI VENDITA
IPQH – OP. DEI SISTEMI E SERVIZI LOGISTICI
IPQI – OP. DELLA TRASFORMAZIONE AGRO/ALIMENTARE
IPQJ – OP. AGRICOLO
IPQC – OP. DEL MONT.GIO E MANUTEN.NE DI IMBARCAZIONE DA DIPORTO
IPQK – OP. DELLE CALZATURE
IPQL – OP. DELLE PRODUZIONI CHIMICHE
IPQM – OP. ALLA RIPARAZIONE DEI VEICOLI A MOTORE
IPQP – OP. MECCANICO
IPQN – OP. ELETTRICO
IPQO – OP. EDILE
IPQQ – OP. DELLE LAVORAZIONI ARTISTICHE
IPQS – OP. DEL MARE E DELLE ACQUE INTERNE
IPQR – OP. ELETTRONICO
IPQT – OP. GRAFICO
IPQU – OP. DI IMPIANTI TERMOIDRAULICI
IPQV – OPERATORE DEL BENESSERE.

Da segnalare, infine, la particolare situazione della Sicilia che ha demandato ai singoli istituti professionali la decisione se optare per la sussidiarietà integrativa o quella complementare. 

Alleghiamo gli accordi stipulati nel 2011 tra le Regioni Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Sicilia e Veneto e rispettivi Uffici Scolastici Regionali con i quali si è dato avvio ai percorsi sussidiari complementari.