Iscriviti alla FLC CGIL

Home » Scuola » Il ministro taglia-tutto non rinnova le sperimentazioni

Il ministro taglia-tutto non rinnova le sperimentazioni

Il Ministro Gelmini non firma il decreto per la prosecuzione delle sperimentazioni e chiude così tre esperienze ultra trentennali.

29/05/2011
Decrease text sizeIncrease  text size

Nella situazione drammatica che le scuole stanno vivendo a causa dei tagli agli organici, c'è un ulteriore episodio, piccolo ma significativo, di quanto per questo Ministro sia irrilevante la scuola e la sua qualità.

La scuola Rinascita di Milano, la Scuola-Città Pestalozzi di Firenze e la Don Milani di Genova sono tre scuole sperimentali da oltre trent'anni che avevano ottenuto, in forza di un decreto ministeriale del 2006, l'autorizzazione a realizzare un progetto denominato Scuola Laboratorio. Si attendeva per questo anno il placet ministeriale alla prosecuzione dell'esperienza sulla base di un nuovo progetto. La FLC CGIL ha più volte sollecitato il MIUR a dare urgentemente una risposta prima che le aree per la definizione dell'organico di diritto della scuola secondaria di primo grado si chiudessero. Tale autorizzazione però non è mai arrivata, nonostante il decreto fosse pronto per la firma sul tavolo del Ministro.

Nessuna dimenticanza quindi, ma solo e semplicemente sordità per qualunque genere di istanza. La stessa sordità che questo ministro manifesta rispetto alle richieste delle famiglie e delle scuole in relazione agli effetti drammatici dei tagli sull'offerta formativa.

Nei giorni scorsi abbiamo chiesto un incontro urgente sugli organici di diritto, in quell'occasione sarà nostra cura sollevare anche il tema delle scuole sperimentali.