Iscriviti alla FLC CGIL

Home » Scuola » Il tavolo di conciliazione al MIUR su emergenze salariali e rinnovo del CCNL, avviato con la FLC CGIL, rimane aperto

Il tavolo di conciliazione al MIUR su emergenze salariali e rinnovo del CCNL, avviato con la FLC CGIL, rimane aperto

Scatti di anzianità, posizioni economiche ATA, retribuzione di risultato dei Dirigenti Scolastici e tutte le altre emergenze retributive del personale della scuola: il MIUR si impegna per un decreto ad hoc. Ci si rivede il 20 gennaio.

15/01/2014
Decrease text sizeIncrease  text size

La FLC CGIL al tavolo di conciliazione convocato al MIUR a seguito della proclamazione dello stato di agitazione di docenti, dirigenti e ATA, ha ottenuto il riconoscimento della fondatezza dei problemi posti sul tappeto in merito alle emergenze salariali del personale della scuola.

Punto per punto la FLC CGIL ha chiesto risposte circa le misure e i tempi sui seguenti argomenti:

  1. blocco definitivo del provvedimento che impone la restituzione delle somme giustamente percepite dal personale docente e ATA relativamente alle progressioni economiche dell’annualità 2012
  2. ripristino scatti anzianità 2013 bloccati dal PDR 122/13
  3. ripristino delle somme sottratte al Fondo dell’istituzione scolastica (FIS) per pagare gli scatti di anzianità dell’annualità 2011 e copertura degli stessi con risorse da reperire nell’ambito dei risparmi da otto miliardi realizzati con i tagli Tremonti/Gelmini
  4. esclusione di qualsiasi futura operazione di blocco delle progressioni economiche e di taglio al FIS
  5. rispetto del Ccnl Scuola con riferimento al pagamento delle posizioni economiche del personale ATA  e blocco del provvedimento che prevede la restituzione delle somme percepite
  6. ripristino dell’integrità dei compensi per lo svolgimento delle funzioni superiori svolte dagli Assistenti Amministrativi e docenti  in sostituzione di DS e DSGA
  7.  apertura della sessione negoziale per compenso DSGA che "reggono due scuole"
  8. sblocco dei contratti integrativi regionali 2012/13 per la retribuzione di posizione e di risultato dei dirigenti scolastici nel rispetto della quantificazione del fondo nazionale definita dal MIUR a dicembre del 2012
  9. regolare pagamento degli stipendi ai supplenti temporanei comprese la monetizzazione delle ferie maturate.

I rappresentanti del MIUR presenti all’incontro relativamente al ripristino degli scatti di anzianità e al pagamento delle posizioni economiche del personale ATA, hanno annunciato l’imminente soluzione del problema attraverso un decreto legge di prossima emanazione che sarà oggetto di discussione nel consiglio dei Ministri di venerdì 17 gennaio.

Secondo il MIUR questo decreto si rende necessario per dare copertura finanziaria al mantenimento degli scatti 2012 e alle posizioni economiche maturate negli anni scolastici 2012/2013 che a normativa vigente (DL 78/2010) sarebbero privi di copertura finanziaria. Contemporaneamente la Ministra Carrozza, attraverso un documento di indirizzo, chiederà al Governo di reperire risorse aggiuntive per scongiurare l’ulteriore taglio del Mof e ottenere il ripristino degli scatti di anzianità 2013 bloccati dal DPR 122/13.

Quanto alle posizioni economiche ATA, il MIUR si è impegnato a cercare un’ulteriore copertura finanziaria per impedire, come richiesto dalla FLC, la restituzione delle somme percepite a partire da settembre 2013 come invece prevede la stessa circolare MIUR del 9 gennaio 2014.

Sulla retribuzione di risultato dei Dirigenti scolastici il Ministero si è impegnato ad aprire le interlocuzioni con il Mef per evitare il recupero delle somme legittimamente percepite. Rimane invece aperto il fronte del taglio che per essere evitato necessiterebbe di una copertura finanziaria di 18 milioni euro.

Sulle altre questioni, come atto di indirizzo Dsga e regolare pagamento supplenti, i rappresentanti del Gabinetto del MIUR ci hanno informato che la Ministra Carrozza ha assunto politicamente questi argomenti e sollecitato il suo collega del MEF a dare il via per ciò che concerne l’atto di indirizzo relativo ai Dsga e a stanziare risorse aggiuntive per pagare regolarmente i supplenti temporanei.

Nei giorni che ci separano dal 20 gennaio, il MIUR continuerà un lavoro di confronto con le Amministrazioni competenti (MEF e Funzione Pubblica) in merito alla copertura economica integrale della retribuzione delle seconde posizioni economiche, del salario di posizione dei Dsga e delle risorse aggiuntive, per scongiurare l’ulteriore taglio del Mof.

La  FLC CGIL, a fronte dell'impegno dei rappresentanti MIUR, di risolvere quanto più possibile all'interno del decreto le questioni che sono state poste oltre la sospensione del recupero degli scatti di anzianità e delle posizioni economiche Ata, ha deciso di sospendere la conciliazione per verificare se nel decreto legge di prossima emanazione saranno individuate le necessarie coperture finanziarie. Per questa ragione è stato concordato che la procedura di conciliazione rimanga aperta fino al 20 gennaio e cioè fino a quando la FLC e il MIUR si reincontreranno per riesaminare le questioni sollevate dal nostro Sindacato.

Rimane senza risposta la questione legata al rinnovo del Ccnl ormai fermo da 7 anni. A questo proposito il MIUR ha fatto presente che si tratta di materia che riguarda la generalità dei dipendenti pubblici ereditata dal passato e cioè dal 2010 quando il Ministro Tremonti con la finanziaria 2010 (del 78/2010) ha bloccato il rinnovo dei Ccnl, congelato le retribuzioni dei singoli lavoratori, allungato per legge la carriera di docenti e Ata. E' evidente però che tale giustificazione del MIUR risulta incongruente nel momento in cui con atti normativi primari o secondari si interviene continuamente sul contratto nazionale e quindi sui diritti dei lavoratori e delle lavoratrici.