Iscriviti alla FLC CGIL

Home » Scuola » La perequazione retributiva dei Dirigenti Scolastica alla Commissione cultura della Camera

La perequazione retributiva dei Dirigenti Scolastica alla Commissione cultura della Camera

La Commissione VII della Camera nelle sue osservazioni alla Finanziaria sottolinea l’opportunità dell’equiparazione retributiva alle altre Dirigenze di Stato.

28/11/2007
Decrease text sizeIncrease  text size

L’iniziativa incalzante sulla questione della perequazione retributiva dei Dirigenti Scolastici alle altre Dirigenze di Stato da parte della FLC Cgil insieme con CISL Scuola e SNALS, investendo i massimi responsabili politici dei Ministeri competenti, ha prodotto anche una presa di posizione della VII Commissione della Camera. La VII Commissione sottolinea l’opportunità dell’allineamento retributivo in considerazione degli impegni previsti fin dal primo Atto di indirizzo per il primo CCNL dell’Area V nel 2000.

FLC Cgil, CISL Scuola e SNALS in un Comunicato congiunto prendono atto positivamente delle osservazioni della VII Commissione, ricordano che già l’anno scorso la Camera nella sua interezza, su iniziativa degli stessi Sindacati, approvò un impegnativo ordine del giorno il 19 novembre 2006, rinnovano il loro impegno di pressione sugli interlocutori ministeriali anche per la costituzione del tavolo interministeriale come scaturito dall’incontro con il Vice Ministro Bastico del 15 novembre 2007.

Roma, 28 novembre 2007

_____________________

FLC Cgil - CISL SCUOLA - SNALS CONFSAL
Dirigenti scolastici

La perequazione retributiva dei Dirigenti scolastici
alla Commissione VII della Camera

Apprendiamo con favore che la Commissione VII della Camera nelle sue osservazioni alla legge finanziaria che sarà in discussione in Aula nei prossimi giorni “considera opportuno dare attuazione al progressivo riallineamento retributivo dei Dirigenti Scolastici, come previsto fin dall’emanazione del primo atto di indirizzo del 22 dicembre 2000 all’ARAN e successivi”. Ciò è il frutto della nostra pressione di queste settimane e degli incontri realizzati ai massimi livelli ministeriali. In verità, sempre su nostra iniziativa, il 19 novembre 2006 già la Camera ha approvato un ordine del giorno di analogo tenore. Per questo pensiamo che si debba intensificare il confronto con le sedi decisionali sollecitando la costituzione del tavolo interministeriale come scaturito dagli impegni del 15 novembre 2007 assunti dal Vice Ministro M. Bastico nell’incontro con FLC Cgil CISL Scuola SNALS Confsal.