Testo CCNL Istruzione e Ricerca

Home » Scuola » Precari » Concorso straordinario docenti scuola primaria e dell’infanzia: titoli valutabili e calcolo del punteggio

Concorso straordinario docenti scuola primaria e dell’infanzia: titoli valutabili e calcolo del punteggio

A disposizione dei nostri lettori la scheda con la sintesi della Tabella C allegata al decreto ministeriale.

12/11/2018
Decrease text sizeIncrease  text size

Il concorso straordinario per i docenti abilitati per l’insegnamento nella scuola primaria e dell’infanzia è stato introdotto dal Decreto dignità (legge 96 del 9 agosto 2018) e regolamentato dal decreto ministeriale 17 ottobre 2018.
La domanda si presenterà attraverso Istanze online dal 12 novembre al 12 dicembre 2018, secondo quanto previsto dal bando di concorso (Decreto Direttoriale 1546 del 7 novembre 2018).

Chi può partecipare | Speciale concorso
Iscriviti gratuitamente alle newsletter

La tabella che presentiamo più in basso è una sintesi ottenuta su nostra elaborazione della tabella allegata al decreto ministeriale e unico riferimento ufficiale per la valutazione dei titoli e il calcolo del punteggio.

Secondo quanto riportato nella Tabella C allegata al DM 17 ottobre 2018, la somma dei punteggi relativi a Titolo di accesso, Titoli aggiuntivi e Pubblicazioni non può superare i 20 punti. Il punteggio relativo ai Titoli di servizio, invece, non può superare i 50 punti.
Complessivamente, il punteggio ottenibile è massimo 70 punti.
Nei prossimi giorni sarà possibile accedere a un simulatore di calcolo del punteggio.

Nostra elaborazione tratta dalla Tabella C allegata al DM 17 ottobre 2018.

A.1 PUNTEGGIO TITOLO DI ACCESSO
POSTO COMUNE INFANZIA E PRIMARIA
A.1.1 Abilitazione specifica, diploma di istituto magistrale conseguito entro l’a.s. 2001/2002 o abilitazione conseguita all’estero riconosciuto dal MIUR. 
Le abilitazioni diversamente classificate sono riportate a 100 (*). Le eventuali frazioni di voto sono arrotondate per eccesso al voto superiore solo se pari o superiori a 0,50. Qualora non sia indicato il punteggio sono attribuiti Punti 1,56

(*) Se il voto del titolo non è già espresso in base 100 (potrebbe essere in base 10, 60, 80, 110 ecc.) occorre riportarlo a 100 utilizzando la proporzione “voto ottenuto”:“base del voto”=“voto in centesimi”:100. Quindi è sufficiente applicare la seguente formula “voto in centesimi”=“voto ottenuto”/“base del voto” x 100.
Calcolo
p ≤ 75: 0 punti 

p > 75: 
     p-75
       5
si arrotonda al secondo decimale

p è il voto in centesimi
 
A.1.2 In aggiunta, per l’abilitazione specifica conseguita attraverso la laurea in Scienze della Formazione primaria o attraverso altra laurea magistrale conseguita all’estero, riconosciuta dal MIUR.
Nel caso di abilitazioni per infanzia e primaria conseguite con unico percorso, il punteggio è attribuito a ciascuna delle procedure concorsuali.
Punti 5
A.2 PUNTEGGIO TITOLO ACCESSO - CONCORSO SOSTEGNO
A.2.1 Diploma di specializzazione sul sostegno per lo specifico grado di istruzione o titolo di specializzazione estero riconosciuto valido dal MIUR.
Le specializzazioni diversamente classificate sono riportate a 100 (*). Le eventuali frazioni di voto sono arrotondate per eccesso al voto superiore solo se pari o superiori a 0,50.
Qualora non sia indicato il punteggio sono attribuiti Punti 1,56 

(*) Se il voto del titolo non è già espresso in base 100 (potrebbe essere in base 10, 60, 80, 110 ecc.) occorre riportarlo a 100 utilizzando la proporzione “voto ottenuto”:“base del voto”=“voto in centesimi”:100. Quindi è sufficiente applicare la seguente formula “voto in centesimi”=“voto ottenuto”/“base del voto” x 100.
Calcolo
p ≤ 75: 0 punti 

p > 75: 
       p-75
         5 
si arrotonda al secondo decimale 

p è il voto in centesimi 
A.2.2 In aggiunta, per la specializzazione specifica conseguita tramite procedure selettive pubbliche per titoli ed esami, anche qualora conseguita all’estero e riconosciuta dal MIUR.
Nel caso di specializzazioni conseguite attraverso unico percorso per più gradi, il punteggio aggiuntivo è attribuito a ciascuna delle relative procedure concorsuali. 
Punti 5
B PUNTEGGIO TITOLI AGGIUNTIVI
B.1 Superamento di un precedente concorso ordinario per lo specifico posto, per ciascun titolo  Punti 3,5
B.2 Diploma di laurea, laurea specialistica o laurea magistrale costituente titolo di accesso alle classi di c. A-24 e A-25 per la lingua inglese (solo 1 titolo)  Punti 2,5
B.3 Diploma di laurea, laurea specialistica o laurea magistrale o diploma ISEF costituente titolo di accesso alle classi di c. A-48 e A-49 per scienze motorie (solo 1 titolo)  Punti 2,5
B.4 Diploma di laurea, laurea specialistica o laurea magistrale; diploma accademico di II livello o diploma di conservatorio costituente titolo di accesso alle classi di c. A-29, A-30, A-55 e A-56 di ambito musicale (solo 1 titolo) Punti 2,5
B.5 Diploma di laurea, laurea specialistica, laurea magistrale, diploma accademico di vecchio ordinamento e diploma accademico di II livello, non altrimenti valutati, per ciascun titolo Punti 2
B.6 Laurea triennale nelle classi di laurea L-11 e L-12, purché il piano di studi abbia ricompreso 24 CFU nei SSD L-LIN 01 ovvero L-LIN 02 e 36 CFU nei settori SSD L-LIN 11 ovvero L-LIN 12, non cumulabile con il punteggio del punto B.2 Punti 1,5
B.7 Abilitazione all’insegnamento con metodo didattico Montessori, Pizzigoni o Agazzi, per ciascun titolo Punti 1
B.8 Ulteriore abilitazione sullo specifico posto Punti 2
B.9 Dottorato di ricerca; diploma di perfezionamento equiparato per legge o per statuto, per ciascun titolo Punti 5
B.10 Abilitazione scientifica nazionale a professore di I o II fascia, per ciascun titolo Punti 5
B.11 Attività di ricerca scientifica sulla base di assegni, per ciascun titolo Punti 5
B.12 Diploma di specializzazione universitario di durata pluriennale Punti 1,5
B.13 Titolo di specializzazione sul sostegno (non valutabile per procedure concorsuali sul sostegno) Punti 1,5
B.14 Titolo di perfezionamento all’insegnamento in CLIL, ovvero titolo abilitante all’insegnamento in CLIL in un Paese UE Punti 1,5
B.15 Certificazione CeClil o certificazione di positiva frequenza dei percorsi di perfezionamento in CLIL di cui al DDG 16 aprile 2012, n. 6 o di Corsi di perfezionamento sulla metodologia CLIL di durata pari a 60 CFU, purché congiunti a certificazione nella relativa lingua straniera di livello almeno B2 Punti 1
B.16 Certificazioni linguistiche di livello almeno C1 in lingua straniera rilasciate dagli Enti certificatori riconosciuti dal Miur (l’elenco è disponibile a questo indirizzo) C1 Punti 2
C2 Punti 3
B.17 Diploma di perfezionamento post diploma o post laurea, master universitario di I o II livello, corrispondenti a 60 CFU con esame finale, massimo di tre titoli, conseguiti in tre differenti anni accademici Punti 0,5
B.18 Titolo di specializzazione in italiano L2 (vedi DM 92/16) Punti 1,5
C PUBBLICAZIONI (MASSIMO 3 PUNTI)
C.1 Per ciascun libro o parte di libro, dai contenuti inerenti ai percorsi della scuola dell’infanzia e primaria ovvero alle aree trasversali di pedagogia, didattica e didattica inclusiva o utilizzo delle Tecnologie per l’informazione e la comunicazione nella didattica, purché risulti evidente l’apporto del candidato Punti 1
C.2 Per ciascun articolo dai contenuti inerenti alla specifica classe di concorso ovvero alle aree trasversali di pedagogia, didattica e didattica inclusiva o utilizzo delle Tecnologie per l’informazione e la comunicazione nella didattica, pubblicato su riviste ricomprese negli elenchi ANVUR Punti 0,2
D TITOLI DI SERVIZIO
D.1 Servizio di insegnamento prestato, su posto comune e di sostegno, nel solo grado per cui si procede alla valutazione, nelle scuole statali o paritarie e nelle istituzioni convittuali statali.
Il servizio prestato nei percorsi di istruzione dei Paesi UE è valutato ove riconducibile alla specificità del posto.
Una annualità è ottenuta con 180 giorni di servizio, anche non continuativi, in un anno scolastico, oppure con il servizio continuativo dal 1° febbraio agli scrutini finali/termine delle attività didattiche.
Punti 5 
per ciascun anno

Informazioni generali e consulenza

I materiali di supporto, la normativa, la documentazione e i modelli sono disponibili nello speciale.

Presso tutte le sedi della FLC CGIL è stato predisposto un servizio di informazioni generali rivolto a tutti gli aspiranti ed un servizio specifico di consulenza dedicato agli iscritti.