Elezioni RSU 2022, candidati con la FLC CGIL

Home » Scuola » Richiesta d'integrazione dell'OM 153 (24 mesi) e del nuovo regolamento supplenze

Richiesta d'integrazione dell'OM 153 (24 mesi) e del nuovo regolamento supplenze

L’accordo siglato all’ARAN il 20 luglio per il trasferimento del personale ATA dagli EE.LL. allo Stato, all’art. 3 comma 6 ha equiparato il servizio prestato dagli ausiliari negli asili nidi comunali a quello prestato nelle scuole statali.

24/08/2000
Decrease text sizeIncrease  text size

L’accordo siglato all’ARAN il 20 luglio per il trasferimento del personale ATA dagli EE.LL. allo Stato, all’art. 3 comma 6 ha equiparato il servizio prestato dagli ausiliari negli asili nidi comunali a quello prestato nelle scuole statali. Tale riconoscimento è stato possibile in considerazione del fatto che l’assegnazione ad una tipologia di scuola avveniva sulla base di un’unica graduatoria in relazione alle esigenze di servizio dell’Ente Locale.

Questa norma più favorevole per i lavoratori, a nostro parere, dovrà essere integralmente recepita dall’O.M. n.153 sia per quel che riguarda i requisiti utili per l’ammissione al concorso, che per quanto concerne la valutazione dei titoli.

Sempre in merito alle assunzioni del personale ausiliario, alcune strutture ci hanno segnalato, che i provveditorati escludono dalle procedure concorsuali o dagli incarichi a tempo determinato tutti gli ex dipendenti degli EE.LL. che non hanno la licenza media.

A nostro giudizio, tale scelta, non possono essere condivise in quanto discrimina ingiustamente il personale ex dipendente degli EE.LL., rispetto agli ausiliari inseriti nella corrispondente graduatoria provinciale i quali accedono agli incarichi anche se sforniti del titolo di studio. Coerentemente a quanto abbiamo sempre sostenuto, questo personale, se possiede almeno trenta giorni di servizio, ha diritto all’assunzione anche se sfornito di licenza media.

Un orientamento diverso, sarebbe in contrasto con l’intesa del 6 giugno, laddove il MPI e le OO.SS. hanno concordato sull’esigenza di garantire omogeneità di trattamento nelle operazioni di reclutamento tra le persone incluse in graduatoria provinciale e quelle che hanno prestato servizio presso gli EE.LL.

In tal senso, la segreteria nazionale, è già intervenuta presso il Direttore Generale Dott. Michele Paradisi per sostenere la soluzione di queste due importanti questioni con il decreto d’inizio che sarà emanato a giorni.