Contro la regionalizzazione del sistema di istruzione fima anche tu

Home » Scuola » RSU: Accordo integrativo sulle RSU della Scuola

RSU: Accordo integrativo sulle RSU della Scuola

L’Accordo Collettivo Quadro sulle RSU nella Pubblica Amministrazione prevede che con accordi integrativi, la cui richiesta deve essere comunicata all’ARAN entro 5 giorni dalla sottoscrizione definitiva dell’accordo generale, vengano disciplinate specifiche questioni in considerazione delle peculiarità di comparto

10/08/1998
Decrease text sizeIncrease  text size

L’Accordo Collettivo Quadro sulle RSU nella Pubblica Amministrazione prevede che con accordi integrativi, la cui richiesta deve essere comunicata all’ARAN entro 5 giorni dalla sottoscrizione definitiva dell’accordo generale, vengano disciplinate specifiche questioni in considerazione delle peculiarità di comparto.
Per quanto riguarda la scuola, tale richiesta è stata tempestivamente inviata all’Aran da parte dei sindacati scuola confederali.
Le questioni che possono essere affrontate nell’accordo integrativo sono, ovviamente, delimitate ad un blocco preciso di argomenti per evitare adattamenti politicamente contrastanti con l’intesa generale.
Fermo restando l’importante lavoro in corso con i seminari di formazione anche su questo versante e le scelte unitarie che assumeremo, per la scuola le questioni da affrontare riguarderanno principalmente i seguenti temi:

  • livello di localizzazione delle RSU per docenti ed ATA (per la Cgil devono essere costituite a livello di scuola)

  • RSU dei capi d’istituto

  • verifica sull’adeguatezza del numero dei componenti

  • utilizzo dei tre giorni nei quali sono convocate le elezioni come periodo interamente utile per il voto

  • alcuni aspetti del regolamento elettorale (es. personale in servizio su più sedi).

Data l’importanza di affrontare e risolvere tutti i problemi tempestivamente abbiamo sollecitato nei giorni scorsi l’immediata apertura del tavolo di trattativa. Vi terremo informati su tutti gli sviluppi.
Ovviamente, l’impostazione del complesso ed impegnativo lavoro di preparazione della scadenza elettorale da parte delle strutture deve iniziare subito per non perdere tempo prezioso in attesa dell’accordo integrativo ed essendo da escludere la possibilità di modifica delle date note, in particolare per quanto riguarda il termine ultimo per presentare le liste e la data delle votazioni.
In questo quadro è necessario aprire un confronto con le strutture confederali in particolare sul versante delle sinergie organizzative ed operative.
Nei prossimi giorni comunicheremo il quadro completo delle iniziative e dei supporti organizzati.

Roma, 10 agosto 1998