Inchiesta nazionale sul lavoro promossa dalla CGIL

Home » Scuola » Una lettera e un appello a difesa della seconda lingua comunitaria. Primi risultati nella discussione ministeriale sull'organico

Una lettera e un appello a difesa della seconda lingua comunitaria. Primi risultati nella discussione ministeriale sull'organico

La FLC Cgil si rivolge alle forze politiche e parlamentari perché accolgano l’appello approvato nel corso dell’iniziativa del 16 marzo 2009. La seconda lingua comunitaria in organico di diritto: primo timido passo avanti.

24/03/2009
Decrease text sizeIncrease  text size

Alla conclusione dell’iniziativa promossa dalla FLC Cgil il 16 marzo u.s. a difesa del multilinguismo e dell’insegnamento della seconda lingua comunitaria nella scuola secondaria di primo grado, l’assemblea approvò un appello da rivolgere alle forze politiche e parlamentari.

Ora, il Segretario generale della FLC Cgil, Domenico Pantaleo, dando seguito all’impegno, trasmette quell’appello alle forze politiche e parlamentari.
Nel frattempo abbiamo acquisito dalla discussione che si svolge al tavolo ministeriale fra Amministrazione e Sindacato che nella scuola media la seconda lingua comunitaria, contrariamente agli anni passati, quando veniva calcolata in organico di fatto, dall’anno scolastico 2009-2010 verrà stabilizzata in organico di diritto.

E’ sicuramente un fatto positivo, perché favorirà la stabilizzazione del personale precario appartenente alla seconda lingua comunitaria.
Occorre operare ora per il definitivo superamento della misura soppressiva della seconda lingua comunitaria, secondo le richieste delle famiglie a favore dell’inglese.

E in questo senso va l’appello alle forze politiche e parlamentari e la lettera del Segretario generale.

Roma, 24 marzo 2009