Contro la regionalizzazione del sistema di istruzione fima anche tu

Home » Università » AFAM » AFAM: in attesa di atti concreti lo stato di agitazione continua

AFAM: in attesa di atti concreti lo stato di agitazione continua

Il comunicato unitario a seguito del tavolo tecnico-incontro con MIUR del 9 aprile 2014.

10/04/2014
Decrease text sizeIncrease  text size

Il tavolo tecnico convocato per un confronto sulle materie di cui all’art.19 della L.128/2013 si è svolto tra i rappresentanti dei Sindacati Confederali FLC CGIL, CISL Università e UIL RUA, la Vice Capo di Gabinetto dott.ssa Montesarchio e la dott.ssa Pocci per il Dipartimento MIUR AFAM in data 9 aprile 2014.

E’ stato un momento di utile discussione in particolare per i due argomenti all’odg: formazione delle graduatorie ex art.19, comma 2 della L.128 e stabilizzazione dei docenti precari delle graduatorie nazionali GET, GNE e ex L. 143.

Si è trattato di un confronto su tutti gli aspetti di cui il Decreto del Ministro dovrà tener conto nel dare esecuzione al dettato legislativo e nel merito dei principi generali, che dovranno caratterizzare il bando per la formazione delle graduatorie, i Sindacati presenti hanno sottolineato l’urgenza per l’emanazione dello stesso in modo da consentire l’utilizzo delle graduatorie dal 1° novembre 2014.

Per quanto riguarda l’autorizzazione alla stabilizzazione dei docenti inclusi nelle graduatorie GET e GNE e nelle graduatorie nazionali ex L. 143/2004, in esecuzione dell’art. 19, comma 1 L.128, il confronto interministeriale (MIUR-MEF-FP) è ancora in fieri e il MIUR, sulla base anche delle sollecitazioni delle OO.SS. più volte portate al tavolo tecnico e negli incontri politici, ha dato ampia rassicurazione di impegnarsi a risolvere positivamente e in tempi brevi la questione.

Sono state richieste informazioni e aggiornamenti in merito alla situazione del personale tecnico e amministrativo e in particolare per l'art. 19 della L. 128 che prevede appunto la stabilizzazione anche dei direttori di ragioneria. In questa fase l'Amministrazione sta componendo la mappa delle sedi e dei destinatari in possesso dei requisiti e prossimamente, in un incontro prontamente sollecitato dai Sindacati presenti, saranno fornite tutte le informazioni.

In riferimento all'autorizzazione a stabilizzare 43 assistenti amministrativi, 19 coadiutori e tre collaboratori, deliberata dal Consiglio dei Ministri nella seduta del 4/4/2014, l'Amministrazione ha precisato che ciò è conseguente alla richiesta formalizzata dal MIUR nel gennaio 2013 e riferita ai posti disponibili e vacanti al 1 novembre 2012 per coloro che avevano maturato i requisiti (24 mesi) a quella data.

L'operazione comporta ancora qualche passaggio e alcune verifiche dovute, da un lato dalla ricognizione dei posti risultanti negli organici registrati dalla Corte dei Conti e dall'altro dal fatto che nel frattempo la situazione è ulteriormente modificata. In ogni modo l'Amministrazione sta procedendo con la verifica dei dati e quanto prima né darà puntuale informativa.

Infine, ma non ultimo per importanza, sono stati chiesti aggiornamenti circa i due decreti che da mesi attendono la firma: attribuzione contributi agli ex IMP come sancito dall'art. 19 della L. 128 e rinnovo CNAM. La dott.ssa Montesarchio ha risposto che il Ministro, oltre a firmare nei prossimi giorni il decreto di ripartizione dei fondi, sta valutando una possibile soluzione più idonea per affrontare la complessa vicenda degli ex IMP a cominciare da quelle più in difficoltà come ad esempio Ancona. Ha assicurato l’impegno del Ministro e a breve si avrà la proposta.

Per quanto riguarda il decreto per il rinnovo del CNAM, è pronto e alla firma del Ministro.

FLC CGIL, CISL Università e UIL RUA evidenziano l’intenzione del Ministero di procedere tempestivamente a formalizzare una serie di proposte sui temi aperti che, come dagli stessi richiesto, verranno sottoposte prossimamente al confronto sindacale.

In attesa di atti concreti, lo stato di agitazione dell’AFAM permane.

Le Segreteria Nazionali
FLC CGIL -  CISL Università - UIL RUA