Contro la regionalizzazione del sistema di istruzione fima anche tu

Home » Università » AFAM » La FLC CGIL e la UIL RUA protestano con i precari delle Accademie e dei Conservatori davanti al MIUR

La FLC CGIL e la UIL RUA protestano con i precari delle Accademie e dei Conservatori davanti al MIUR

Insegnando da anni su posti liberi e vacanti reclamano la stabilizzazione dei loro contratti.

01/02/2016
Decrease text sizeIncrease  text size

Il 1 febbraio un nutrito numero di precari dell'AFAM composto dagli insegnanti dei conservatori, delle accademie di belle arti e delle accademie di danza, ha manifestato davanti l'ingresso del MIUR per chiedere la loro stabilizzazione. Si tratta di precari storici, insegnanti con almeno 36 mesi di servizio e con idoneità artistica per l'insegnamento, provenienti da tutte le parti d’Italia, preoccupati di non vedere aperture da parte del ministero, sulle loro richieste.

 La FLC CGIL e la UIL RUA hanno sostenuto la mobilitazione nella convinzione che il futuro riordino del comparto non può prescindere dalla prioritaria stabilizzazione del precariato storico, recependo questa esigenza nel nuovo sistema di reclutamento.

Una delegazione dei manifestanti, di cui ha fatto parte il segretario generale della FLC CGIL Domenico Pantaleo, è stata ricevuta dal Capo Dipartimento Mancini, dal dottor Livon e dalla segreteria del sottosegretario D’Onghia. Le notizie fornite non sono rassicuranti: il regolamento sul nuovo sistema di reclutamento sarebbe già pronto, ma certamente non garantisce le aspettative dei precari storici.

Le organizzazioni sindacali si sono impegnate ad inviare una proposta che guarda alla prospettiva di un piano di stabilizzazioni che dia risposte certe a chi oggi svolge col suo contratto precario una funzione fondamentale per l’andamento delle istituzioni AFAM.

manifestazione-8 manifestazione-6