Testo CCNL Istruzione e Ricerca

Home » Università » AFAM » Legge di bilancio 2018: le principali novità per l’alta formazione artistica e musicale

Legge di bilancio 2018: le principali novità per l’alta formazione artistica e musicale

La nostra scheda di lettura su precariato, docenti di II fascia, statizzazioni e nuclei di valutazione.

11/01/2018
Decrease text sizeIncrease  text size

La legge di bilancio 2018 interviene su molteplici aspetti che riguardano il settore dell’Alta Formazione Artistica e Musicale. In particolare:

  • L’attivazione di processi di stabilizzazione dei docenti precari
  • La previsione di processi di passaggi dei docenti dalla seconda alla prima fascia
  • L’aumento delle risorse per la statizzazione degli ex istituti musicali pareggiati e delle Accademie di belle arti cosiddette storiche
  • La definizione di norme in materia di Nuclei di valutazione delle singole istituzioni accademiche e sulle competenze all'Agenzia nazionale di valutazione del sistema universitario e della ricerca (ANVUR)
  • La proroga di un anno della facoltà delle pubbliche amministrazioni di utilizzare contratti di collaborazione.
  • L’accorpamento del Conservatorio Claudio Monteverdi di Bolzano alla libera Università di Bolzano
  • La messa in carico sui pertinenti capitoli del bilancio dello Stato dei costi relativi alla costituzione dell’organico del personale tecnico amministrativo dell’Istituto superiore per le industrie artistiche (ISIA) di Pescara
  • La proroga del credito di imposta per l’acquisto di uno strumento musicale nuovo
  • I contributi per le “Scuole di eccellenza nazionali dell’altissima formazione musicale

Tutti questi interventi sono analiticamente esaminati nella nostra scheda di lettura che fornisce anche una valutazione di merito delle norme approvate.

Vai alla nostra scheda di lettura.

Le principali novità per scuola, formazione professionale, università e ricerca.