Contro la regionalizzazione del sistema di istruzione fima anche tu

Home » Università » AFAM » Mobilità AFAM 2019/2020: come presentare reclamo avverso i punteggi provvisori e le graduatorie di istituto

Mobilità AFAM 2019/2020: come presentare reclamo avverso i punteggi provvisori e le graduatorie di istituto

I modelli proposti dalla FLC CGIL. È possibile presentare reclamo, richiesta di rettifica e rinuncia alla domanda fino al 23 agosto

19/08/2019
Decrease text sizeIncrease  text size

Il MIUR ha pubblicato il punteggio provvisorio degli aspiranti (docenti e personale tecnico amministrativo) al trasferimento per l’anno accademico 2019/20 e le graduatorie di istituto (docenti e personale tecnico amministrativo).

Il personale interessato può presentare reclamo o istanza di rettifica del punteggio entro il 23 agosto 2019. L’Ordinanza ministeriale 598 del 28 giugno 2019 non specifica le modalità di presentazione di tali istanze, ma per analogia si possono utilizzare le stesse modalità utilizzate per la presentazione della domanda. Pertanto l’istanza deve essere presentata all’Istituzione di servizio secondo le seguenti modalità:

  • a mano. Le istituzioni rilasciano un’apposita ricevuta
  • spedite a mezzo posta elettronica certificata (PEC)
  • spedite con raccomandata con ricevuta di ritorno. L’interessato è tenuto a inviare copia della domanda anche a mezzo fax o per e-mail entro il 23 agosto 2019

Pubblichiamo due modelli (per i docenti e per il personale tecnico amministrativo) da utilizzare per la presentazione di reclami sui punteggi assegnati e/o sul riconoscimento delle precedenze.

Anche l’eventuale rinuncia alla domanda deve essere presentata entro il termine perentorio del 23 agosto alla stessa istituzione presso la quale è stata presentata o spedita la domanda di trasferimento. L’Ordinanza Ministeriale non specifica le modalità di presentazione di tale istanza, ma per analogia si possono utilizzare le stesse sopra indicate

Per esaminare situazioni particolari o per casi specifici consigliamo di rivolgersi ad una sede della FLC CGIL per avere una consulenza più dettagliata.