Contro la regionalizzazione del sistema di istruzione fima anche tu

Home » Comunicati stampa » Comunicati FLC CGIL » Sapere e lavoro sono diritti comuni: rivendichiamoli con la FIOM il 18 maggio

Sapere e lavoro sono diritti comuni: rivendichiamoli con la FIOM il 18 maggio

Comunicato stampa di Domenico Pantaleo, Segretario generale della Federazione Lavoratori della Conoscenza CGIL.

17/05/2013
Decrease text sizeIncrease  text size

Dopo aver reso noto il nostro sostegno alla manifestazione nazionale della FIOM, il segretario generale della FLC CGIL Domenico Pantaleo interviene nuovamente sulle motivazioni dell'adesione: "la FLC CGIL sarà a fianco dei lavoratori metalmeccanici nella manifestazione del 18 maggio per rivendicare un radicale cambiamento delle politiche di austerità che stanno avendo conseguenze sociali devastanti in Europa e in Italia. Crescono nel nostro Paese povertà, disoccupazione  e precarietà e non s’intravede alcun segnale d’inversione di tendenza da parte del Governo".

"E' assolutamente necessario" - prosegue il segretario generale - "rispondere urgentemente alla crisi occupazionale che nei settori privati e pubblici sta cancellando migliaia di posti di lavoro. Servono immediate risposte che garantiscano lavoro e reddito per tutti. Bisogna superare la precarietà nei settori pubblici e privati che umilia il lavoro e rende le persone più ricattabili. Nessuno deve essere più messo di fronte all’alternativa tra lavoro e diritti. Condividiamo la necessità di un Welfare realmente inclusivo per le nuove generazioni e perciò bisogna promuovere il reddito minimo che sostenga anche il diritto allo studio".

"Diritto al sapere e diritto al lavoro sono le sfide di oggi e del futuro. Sono beni comuni che non devono mai essere piegati alle logiche del potere".