Testo CCNL Istruzione e Ricerca

Home » Contratto “Istruzione e Ricerca” » CCNL area dirigenziale istruzione e ricerca: primo incontro all’ARAN

CCNL area dirigenziale istruzione e ricerca: primo incontro all’ARAN

Un confronto d’avvio prima di entrare nel merito delle tematiche specifiche. La FLC CGIL auspica una trattativa rapida che porti in tempi brevi alla positiva chiusura del contratto.

14/05/2018
Decrease text sizeIncrease  text size

Si è aperta lunedì 14 maggio 2018 nella sede dell’ARAN la trattativa per il rinnovo del CCNL dell’Area dirigenziale Istruzione e Ricerca che comprende dirigenza scolastica e dell’AFAM, dirigenza dell’università e della ricerca.

Tutti gli aggiornamenti in “Filo diretto sul contratto”.

Si è trattato di una seduta introduttiva nella quale il presidente dell’ARAN Sergio Gasparrini, alla presenza delle OO.SS. rappresentative dell’Area istruzione e Ricerca, ha illustrato gli obiettivi della trattativa, inquadrando la materia nel più generale contesto determinatosi dopo l’Atto di indirizzo del 6 luglio 2017 per la riapertura dei tavoli della contrattazione del pubblico impiego e la riunificazione delle aree contrattuali di dirigenza scolastica e AFAM (area V) e dirigenza università e ricerca (area VII) in un’unica Area. Il Presidente ha sottolineato che, coerentemente a quanto già avvenuto con i contratti di comparto, anche quello dell’area dirigenziale terrà conto del riequilibrio del rapporto fra legge e contratto, introdotto dall’Intesa del 30 novembre 2016 e dalle modifiche apportate al DLgs 165/2001.

Nella seduta di apertura l’ARAN ha comunicato l’intenzione di procedere, così come già fatto per i comparti e per l’area dirigenziale delle funzioni centrali, con incontri tematici nel corso dei quali saranno trattate rispettivamente le questioni relative a relazioni sindacali, rapporto di lavoro, responsabilità disciplinare, aspetti retributivi.

Per la FLC CGIL ha preso la parola il segretario generale Francesco Sinopoli che, riconoscendo la complessità della materia oggetto della trattativa, ha auspicato il raggiungimento anche per l’area dirigenziale delle stesse convergenze e della stessa capacità di sintesi che hanno consentito la firma del CCNL del comparto.

Nelle conclusioni al termine degli interventi di tutte le organizzazioni sindacali, il presidente dell’ARAN si è detto convinto della possibilità di trattare la maggior parte delle materie nella parte comune del CCNL e ha rinviato ad una nuova convocazione del tavolo di trattativa in cui sarà affrontata la tematica delle relazioni sindacali.

Seguiremo tutte le fasi della trattativa nel nostro speciale “Filo diretto sul contratto”.