Elezioni RSU 2022, candidati con la FLC CGIL

Home » Scuola » Personale ATA » Il parere del CSPI sullo schema di Decreto ministeriale relativo alla chiamata veloce dei DSGA

Il parere del CSPI sullo schema di Decreto ministeriale relativo alla chiamata veloce dei DSGA

Il CSPI si è pronunciato sullo schema di decreto ministeriale, segnalando l’opportunità di emanare misure più urgenti e significative e la ripresa della regolarità dei concorsi di DSGA.

29/07/2021
Decrease text sizeIncrease  text size

Il 29 luglio 2021, il Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione (CSPI), riunito in seduta plenaria, in videoconferenza, ha espresso il previsto parere allo schema di decreto concernente la "Procedura assunzionale dei Direttori dei servizi generali e amministrativi per chiamata di cui all’articolo 32-ter, commi 2, 3 e 4 del decreto-legge 14 agosto 2020 n. 104, convertito, con modificazioni, dalla legge 13 ottobre 2020, n. 126".

Il CSPI ha evidenziato che il decreto in questione è applicativo di una misura che dovrebbe decorrere solo dall’a.s. 2022/2023 e che essa ha già dimostrato la sua inefficacia per il personale docente.

A fronte di questa situazione, è necessario dare priorità all’emanazione di misure più urgenti e significative come: una procedura concorsuale riservata ai facenti funzione di DSGA; una revisione delle procedure concorsuali per evitare che rimangano posti vacanti; valorizzare esperienza e professionalità degli Assistenti amministrativi.

Infine, il CSPI ha auspicato che riprenda una regolarità nell’indizione dei concorsi sui posti di DSGA per evitare la reiterazione degli incarichi a tempo determinato agli Assistenti amministrativi.