Emergenza Coronavirus: notizie e provvedimenti
Home » Scuola » Personale ATA » Organici scuola 2020/2021: personale ATA, emanato il Decreto e le tabelle

Organici scuola 2020/2021: personale ATA, emanato il Decreto e le tabelle

A disposizione dei lettori, delle scuole e delle RSU (Rappresentanze sindacali unitarie) la nostra scheda che approfondisce l’argomento.

21/05/2020
Decrease text sizeIncrease  text size

Il Ministero dell’Istruzione, con la nota 12598 del 21 maggio 2020, ha trasmesso agli Uffici scolastici regionali (USR) lo Schema di Decreto Interministeriale con allegate le tabelle sulle dotazioni organiche del personale ATA per l’a.s. 2020/2021.

La nostra scheda di orientamento

La consistenza complessiva delle dotazioni organiche a livello nazionale è di 203.360 posti ed è rimasta pressoché inalterata, a livello nazionale, rispetto all’anno precedente - nonostante sia stato confermato un sostanziale calo di 86.850 alunni - con un decremento totale di 74 unità, dovuto alla diminuzione del numero delle istituzioni scolastiche normo-dimensionate.

Il Ministero, per la rideterminazione dell’organico 2020/2021, ha utilizzato gli stessi criteri dello scorso anno scolastico, tenuto conto sia del numero degli alunni, sia del dimensionamento, integrati dall’incidenza degli alunni con disabilità certificata. Ciò ha consentito di mantenere inalterate, a livello nazionale, le medesime dotazioni organiche dell’anno precedente.

La materia degli organici è oggetto di confronto a livello nazionale e regionale (art. 22, comma 8, lettera a3).

A livello di istituzione scolastica gli organici sono materia di informazione sindacale (art. 22, comma 9, lettera b1) da fornire alle RSU, con la documentazione sulla loro consistenza e sulle reali esigenze della scuola (sia di diritto, sia di fatto), laddove la scarsità del personale mette a rischio i livelli essenziali delle prestazioni: vigilanza, sicurezza del lavoro e dei laboratori, accoglienza, assistenza agli alunni con disabilità, igienizzazione, funzionalità delle segreterie e dei laboratori, rispetto del contratto.

Per un approfondimento si rimanda alla nostra scheda allegata.