Iscriviti alla FLC CGIL

Home » Scuola » Personale ATA » Organici scuola 2022/2023: personale ATA, alcune aperture ma resta il nodo sul loro rafforzamento

Organici scuola 2022/2023: personale ATA, alcune aperture ma resta il nodo sul loro rafforzamento

La FLC CGIL ottiene la disponibilità del MI ad aprire dei tavoli tematici su revisione del Regolamento attribuzione organici, attuazione posizioni economiche, semplificazione, regolamento sulle supplenze. Resta il nodo del rafforzamento degli organici sui quali chiediamo un forte investimento.

22/04/2022
Decrease text sizeIncrease  text size

Il 21 aprile 2022, alle ore 15, è proseguito, come richiesto dalla FLC CGIL, il confronto, in videoconferenza, sugli organici del personale ATA, per il triennio 2022/2025, con la partecipazione del Capo Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e di formazione.

Il confronto che è seguito, con il Capo Dipartimento, si è tenuto grazie alla pressante richiesta della FLC CGIL, che ha posto i seguenti problemi:

  • revisione degli attuali parametri di attribuzione degli organici alle scuole,
  • proroga dei Contratti Covid per l’anno scolastico 2022-23,
  • presenza di un Assistente Tecnico in ogni scuola del primo ciclo,
  • incremento organico Collaboratori scolastici di 2.288 unita secondo l’impegno ministeriale soprarichiamato,
  • reclutamento e stabilizzazione sui posti storicamente consolidati in organico di fatto,
  • emanazione del bando di concorso DSGA (ordinario e riservato),
  • concorso riservato per gli Assistenti Amministrativi Facenti funzione di DSGA con tre anni di servizio nella funzione anche se sprovvisti di titolo di studio specifico
  • semplificazione delle procedure amministrative per liberare le segreterie dai compiti impropri (pensioni, ricostruzione di carriera, graduatorie di istituto)
  • revisione del regolamento sulle supplenze ATA,
  • ricognizione sullo stato di attuazione delle posizioni economiche.

La posizione dell’Amministrazione

Il Capo Dipartimento, pur condividendo le legittime posizioni dei sindacati, ha diversificato le questioni poste, in due filoni: alcune di queste saranno rappresentate a livello politico, dal momento che investono aspetti legislativi, mentre le tematiche a invarianza normativa, possono essere oggetto di tavoli tematici di confronto MI/sindacati al fine di trovare delle soluzioni più rispondenti alle attuali esigenze delle scuole.

A livello politico sarà rappresentata l’opportunità di un intervento normativo per la copertura dei 2.288 posti di collaboratori scolastico e l’incremento del numero degli Assistenti tecnici nelle scuole del primo ciclo.

Non ci sono invece le condizioni per la proroga dell’organico COVID stante la loro finalizzazione all’emergenza sanitaria.

Sul concorso per i Facenti funzione di DSGA il Capo Dipartimento ci ha informati che in base all’atto di indirizzo per il rinnovo del CCNL potrebbero esserci le condizioni per dare una soluzione ai facenti funzioni DSGA con più anni di servizio. Contemporaneamente, dovrebbero partire anche le altre procedure ordinarie e riservate, che al momento sono ancora al vaglio degli organi di controllo.

Il Ministero ha dato anche la disponibilità a rivedere il Regolamento per di riparto dell’organico ATA (decreto 181/2009) con l’apertura di un tavolo tecnico ad hoc, in modo da intervenire con una proposta (da presentare da un punto di vista legislativo) più equa nella sua distribuzione, ma ad invarianza di tetto, altrimenti occorre spostare la partita su altri piani (MEF).

Su altre questioni come, la riattivazione delle posizioni economiche, la semplificazione delle procedure amministrative e la modifica del Regolamento sulle supplenze ATA, il MI si è dimostrato disponibile ad effettuare una ricognizione e ad aprire dei tavoli tematici.

La nostra posizione

Come FLC CGIL abbiamo evidenziato come le questioni del personale ATA siano quasi scomparse dall’agenda ministeriale. Va perciò ripreso un discorso ATA a tutto campo.

Riteniamo positiva la disponibilità da parte del Capo Dipartimento ad aprire dei tavoli tematici su alcune questioni, quali la revisione del Regolamento sugli organici, le posizioni economiche, la semplificazione, il Regolamento delle supplenze. Su questi argomenti aspettiamo a breve le relative convocazioni.

Resta però il nodo del rafforzamento degli organici, sul quale chiediamo un serio investimento da parte del Ministero, soprattutto, per le ulteriori emergenze ed esigenze che sono subentrate e che si sono sovrapposte alle altre.

Sulle posizioni economiche il Ministero, come da noi richiesto, procederà ad una puntuale ricognizione ai fini dello scorrimento delle graduatorie e della costituzione di nuove graduatorie laddove esaurite, come da previsione CCNL.

Resta in ogni caso aperto il tema della stabilità del lavoro e la necessità di dare copertura a tutti i posti liberi di DSGA, Assistenti amministrativi/tecnici e Collaboratori scolastici, con assunzioni di personale in ruolo su tutti i posti liberi.

Delle posizioni emerse durante il confronto verrà redatta una sintesi che pubblicheremo quanto prima.

Prosegue la nostra battaglia e il nostro impegno per ottenere investimenti finalizzati al rafforzamento degli organici e alla stabilità del lavoro.