Elezioni RSU 2022, candidati con la FLC CGIL

Home » Scuola » Scuola, protocollo di sicurezza: ancora un nulla di fatto

Scuola, protocollo di sicurezza: ancora un nulla di fatto

Per la FLC CGIL indispensabili distanziamenti, organico aggiuntivo, gratuità dei tamponi e monitoraggio dei contagi.

12/08/2021
Decrease text sizeIncrease  text size

Il 12 agosto 2021 è proseguito il confronto tra Ministero dell’Istruzione e sindacati per il rinnovo del protocollo d’intesa al fine di garantire l’avvio in sicurezza dell’anno scolastico 2021/2022, ma purtroppo non si è raggiunto un accordo.

L’incontro, introdotto dal Dott. Iacopo Greco, capo Dipartimento delle Risorse umane e finanziarie del Ministero, si è svolto con l’illustrazione della bozza di Protocollo proposta dall’Amministrazione integrata delle richieste delle organizzazioni sindacali.

La FLC CGIL chiede che sia garantito il distanziamento, in considerazione del fatto che per le scuole è necessario avere indicazioni chiare sulle misure da adottare, soprattutto per la vaghezza delle indicazioni del CTS contenute nel parere del 12 luglio 2021.

È necessario, pertanto garantire il finanziamento dell’organico aggiuntivo Covid fino alla fine dell’anno scolastico a garanzia della continuità didattica e almeno nella stessa misura assegnata nell’a.s. 2020/2021.

Consideriamo indispensabile garantire la gratuità dei tamponi.

Abbiamo chiesto rilevazioni e screening per una fotografia iniziale e per il monitoraggio delle condizioni di diffusione del virus.

In conclusione il Dott. Greco ha aggiornato la riunione con l’assicurazione che saranno verificate le richieste avanzate dalle Organizzazioni sindacali.

In relazione alle misure relative al Green Pass, anche in considerazione della possibilità di prossime modifiche in fase di conversione, riteniamo che queste indicazioni non possano essere acquisite dal Protocollo di Sicurezza.