Contro la regionalizzazione del sistema di istruzione fima anche tu

Home » Scuola » Sperimentazione pagamento diretto delle supplenze da parte del MEF nel 2014-2015. A regime dal settembre 2015

Sperimentazione pagamento diretto delle supplenze da parte del MEF nel 2014-2015. A regime dal settembre 2015

La centralizzazione presso il MEF anche delle variazioni di stato giuridico di tutto il personale.

30/07/2014
Decrease text sizeIncrease  text size

Nell’incontro di tavolo tecnico sulle semplificazioni amministrative fissato per oggi, presso il MIUR, presenti il Capo Dipartimento per la programmazione e la gestione delle risorse, Dott.ssa Bono, e il Direttore generale per la politica finanziaria e per il Bilancio, Dott. Filisetti, è stata affrontata la questione del pagamento delle supplenze in modo diretto da parte del Ministero dell’Economia e Finanze (MEF).

Tale argomento è stato costantemente sollevato in sede di tavolo tecnico dalla FLC CGIL anche perché vi era un impegno da parte del MIUR di lavorare con lo scopo di giungere ad una soluzione entro il settembre 2014. Sgravando così le scuole dalle innumerevoli disfunzioni che si presentano in termini di immissioni dei dati, di riscontri, di ritardi nell’accredito delle risorse ecc.

Aggiornando sullo sviluppo dei lavori, l’Amministrazione ha informato le organizzazioni sindacali sulle difficoltà che stanno incontrando, nel mettere a punto il programma, i due sistemi di Sidi e di NoiPa, anche per l’enorme carico di lavoro che si sta riversando sul MEF nel processo di centralizzazione informatica di tutto il personale statale.

Le difficoltà accennate hanno indotto MIUR e MEF alla decisione di promuovere nel corso dell’anno 2014-2015 una sperimentazione in alcune scuole per giungere al varo definitivo e generalizzato per tutto il sistema da settembre 2015.

In verità, tale misura, cioè l’avvio quanto meno di una sperimentazione da far partire da subito in un ristretto numero di istituzioni scolastiche, in assenza del varo definitivo, era stata già stata fatta presente a più riprese dalla FLC CGIL. Anche per utilizzare le competenze dirette degli operatori sul campo (dirigenti scolastici, DSGA, assistenti amministrativi). Ma la certezza dell’Amministrazione con cui si affermava che si sarebbe partiti, prima con il 1 gennaio 2014, poi con il 1 settembre 2014 lasciava ben sperare in una definitiva seppur rinviata soluzione.

In ogni caso è positivo che il lavoro di messa a punto venga fatto con il concerto dei due Ministeri, coinvolgendo in prima battuta e direttamente un campione di scuole.

Come va ritenuto positivo l’altro fatto, che ci è stato comunicato dall’Amministrazione, e cioè che, utilizzando questo lasso di tempo, verrà assunta, accanto alla gestione del pagamento delle supplenze, anche la gestione delle variazioni di stato giuridico dell’intero personale alle dipendenze delle scuole. Consentendo per questa via di superare in gran parte anche molte delle interferenze che numerose Ragionerie provinciali tutt’ora esercitano sugli atti amministrativi delle scuole in materia di stipendio.

Su tutte le altre problematiche oggetto del confronto (dal mercato elettronico ai sistemi di assicurazione, dalla riforma del Regolamento di contabilità alle gestioni speciali, dalla costruzione di un'interfaccia regionale alla costruzione di un gruppo di lavoro centrale sulle ricadute sulle scuole dei provvedimenti amministrativi) ci si è aggiornati all’11 settembre 2014 alle ore 10.30.