Home » Scuola » Dirigenti scolastici » Atto di indirizzo Area Dirigenza “Istruzione e Ricerca”: secondo incontro

Atto di indirizzo Area Dirigenza “Istruzione e Ricerca”: secondo incontro

Prosegue il confronto in vista di un’ipotesi di testo nella prossima riunione.

28/06/2017
Decrease text sizeIncrease  text size

Si è svolto il 28 giugno 2017 al Ministero dell’Istruzione il secondo dei tre incontri programmati per il confronto sull’Atto di Indirizzo per il rinnovo contrattuale della dirigenza scolastica con la presenza del Capo Dipartimento Rosa De Pasquale, del Vice Capo del Gabinetto del Ministro Rocco Pinneri e dei Direttori Generali Maria Maddalena Novelli e Iacopo Greco.

Il dott. Pinneri, come avvenuto nell’incontro relativo alla sezione scuola del comparto istruzione e ricerca, ha illustrato alle OO.SS. l’intenzione del MIUR di procedere alla stesura di un Atto di Indirizzo che precisi principi e obiettivi di natura generale per lasciare alla contrattazione la definizione delle discipline di dettaglio. A tal fine ha precisato che il contratto si articolerà in una parte comune e parti specifiche per ciascuna delle sezioni relative alla dirigenza scolastica e alle dirigenze amministrative di Università e Ricerca. Ha poi dichiarato la volontà della Ministra di operare con una “tempistica serrata”, invitando le OO.SS. a formulare orientamenti e proposte.

La posizione della FLC CGIL

Come FLC CGIL, insieme a CISL Scuola, UIL Scuola RUA, SNALS CONFSAL, abbiamo ribadito la richiesta di tener conto dell’impegno assunto nell’Accordo del 30 novembre della restituzione alla contrattazione di materie come la valutazione, la formazione e la mobilità dei dirigenti scolastici e di rispettare gli impegni assunti dal MIUR e sottoscritti nel verbale firmato nell’incontro del 25 maggio e dare risposte concrete alla mobilitazione della dirigenza scolastica in atto:

  1. Impegno della Ministra Fedeli all’avvio di un’interlocuzione con MEF e FP per il reperimento delle risorse necessarie all’“armonizzazione” delle retribuzioni dei dirigenti della nuova area
  2. Apertura immediata di confronto specifico sulla valutazione finalizzato a ricondurla nell’alveo contrattuale, anche avvalendosi degli esiti dei lavori dell’Osservatorio nazionale sulla valutazione, previsto dalla Direttiva 36/16 e già formalmente costituito
  3. Incremento una tantum del FUN 2017 di 10 milioni di euro (lordo stato) per contenere gli effetti dei tagli sulle retribuzioni di posizione e risultato dei dirigenti scolastici

Sulla valutazione dello stress lavoro-correlato dei dirigenti scolastici, altro obiettivo della mobilitazione, abbiamo espresso apprezzamento per l’inserimento della tematica tra gli argomenti che saranno trattati il prossimo 4 luglio nel previsto incontro del tavolo tecnico sulla semplificazione amministrativa relativo alla sicurezza.

Nel merito delle richieste il dott. Pinneri ha confermato l’impegno della Ministra a richiedere specifiche risorse per un percorso di armonizzazione tra le dirigenze dell’Area Istruzione e Ricerca e ha confermato l’apertura a breve di un confronto sulla valutazione dei dirigenti scolastici. Ha inoltre comunicato la volontà dell’Amministrazione di sostenere la calendarizzazione della discussione in aula dei disegni di legge di modifica del D.Lvo 81/2008 relativi alla responsabilità dei dirigenti scolastici in materia di sicurezza e di seguire l’approvazione di uno specifico intervento legislativo per l’incremento del FUN 2016/2017 di 10 milioni di euro reperiti nel bilancio del MIUR.

Relativamente alla richiesta di FLC CGIL, CISL Scuola, UIL Scuola RUA, SNALS CONFSAL di prevedere nell’atto di indirizzo la piena applicazione dell’Accordo del 30 novembre (Accordo di Palazzo Vidoni) il dott. Pinneri ha chiarito che la Ministra intende rispettare nella sua interezza l’impegno assunto con l’Accordo, anche tenendo conto degli aspetti non tradotti in maniera esaustiva nella modifica del Dlgs 165/2001.