Iscriviti alla FLC CGIL

Home » Attualità » Piano nazionale di ripresa e resilienza » PNRR e contrasto alla dispersione scolastica: pubblicate le istruzioni operative per attuare l’investimento

PNRR e contrasto alla dispersione scolastica: pubblicate le istruzioni operative per attuare l’investimento

Fornite importanti indicazioni sulle tipologie di attività e sulle spese ammissibili. I progetti potranno essere presentati dal 5 gennaio 2023 al 28 febbraio 23. Integrata nella piattaforma di gestione quella di tutoraggio e formazione.

09/01/2023
Decrease text size Increase  text size

L’Unità di Missione (UdM) del Ministero dell’Istruzione con la nota 109799 del 30 dicembre 2022 ha trasmesso alle scuole le istruzioni operative relative all’Investimento 1.4: Intervento straordinario finalizzato alla riduzione dei divari territoriali nelle scuole secondarie di primo e di secondo grado e alla lotta alla dispersione scolastica.

L’UdM ha trasmesso anche le Istruzioni operative per la generazione del CUP tramite Template e la versione 1.1 della Guida alla presentazione dei progetti sulla piattaforma “Futura PNRR”.

Ricordiamo che il Ministero dell’Istruzione ha emanato il Decreto Ministeriale 170 del 24 giugno 2022  con il quale ha individuato 3.198 istituzioni scolastiche beneficiarie di finanziamento per la realizzazione di “Azioni di prevenzione e contrasto della dispersione scolastica” per uno stanziamento pari a complessivi 500 milioni di euro.

Successivamente, con nota 60586 del 13 luglio 2022 il Ministro dell’istruzione ha diramato gli “Orientamenti per l’attuazione degli interventi nelle scuole” in relazione all’attuazione delle misure previste decreto ministeriale 170 del 2022.

Da notare che l’UdM, a differenza degli altri ministeri titolari degli interventi del PNRR, non ha elaborato un proprio documento complessivo con il quale definisce il Sistema di Gestione e Controllo, ma sta optando per indicazioni per singoli investimenti o tranche di investimenti. Si tratta di un modo di procedere che testimonia chiaramente le difficoltà di applicazione delle regole generali del PNRR al settore scolastico.

Istruzioni operative

Tipologie di attività didattiche e formative

Come già anticipato in una precedente notizia, le tipologie di attività didattiche e formative che possono essere attivate dalle singole istituzioni scolastiche beneficiarie dei finanziamenti sono le seguenti:

  • percorsi di mentoring e orientamento;
  • percorsi per il potenziamento delle competenze di base, di motivazione e di accompagnamento;
  • percorsi per il coinvolgimento delle famiglie;
  • percorsi formativi e laboratoriali co-curricolari;
  • team per la prevenzione della dispersione scolastica.

A tal fine le scuole titolari del finanziamento possono:

  • stipulare accordi di rete con altre scuole, anche non finanziate dal DM 170/22, al fine di poter consentire agli studenti anche di queste scuole di fruire dei percorsi formativi che saranno attivati con le risorse del progetto;
  • promuovere attività di co-progettazione e cooperazione fra la scuola e la comunità locale, valorizzando la sinergia con le risorse territoriali sia istituzionali che del volontariato e del terzo settore, per migliorare l’inclusione e l’accesso al diritto allo studio a tutti.

La nota 109799/22 fornisce indicazioni più dettagliate sulla singola attività

Tipologia attività

A chi è rivolto

Chi lo realizza

Contenuti

Fruizione oraria per gli studenti

Percorsi di mentoring e orientamento

studenti che mostrano particolari fragilità, motivazionali e/o nelle discipline di studio, a rischio di abbandono o che abbiano interrotto la frequenza scolastica,

Ciascun percorso viene erogato, in presenza, da un esperto in possesso di specifiche competenze.

Percorsi individuali di rafforzamento attraverso mentoring e orientamento, sostegno alle competenze disciplinari, coaching motivazionale.

Ciascun percorso viene erogato in orari diversi da quelli di frequenza scolastica.

Per facilitare al massimo la partecipazione, i percorsi potranno essere erogati anche in prosecuzione pomeridiana dell’orario scolastico

Percorsi per il potenziamento delle competenze di base, di motivazione e di accompagnamento

Studenti che mostrano particolari fragilità nelle discipline di studio, a rischio di abbandono o che abbiano interrotto la frequenza scolastica,

Ciascun percorso viene erogato in presenza da almeno un docente o esperto in possesso di specifiche competenze

Percorsi, a piccoli gruppi di almeno 3 destinatari, di potenziamento delle competenze di base, di motivazione e ri-motivazione e di accompagnamento ad una maggiore capacità di attenzione e impegno, erogati

Ciascun percorso viene erogato in orari diversi da quello di frequenza scolastica

Percorsi per il coinvolgimento delle famiglie

Famiglie degli studenti destinatari degli interventi

Ciascun percorso viene erogato, in presenza, da almeno un esperto in possesso di specifiche competenze

Supporto alle famiglie nel concorrere alla prevenzione e al contrasto dell’abbandono scolastico, con percorsi di orientamento erogati a piccoli gruppi con il coinvolgimento di genitori di almeno 3 destinatari.

Percorsi formativi e laboratoriali co-curricolari

Studenti con fragilità didattiche, a rischio di abbandono o che abbiano interrotto la frequenza scolastica

Ciascun percorso viene erogato congiuntamente da almeno un docente esperto con specifiche competenze e da un tutor.

Percorsi formativi e laboratoriali rivolti a gruppi di almeno 9 destinatari, afferenti a diverse discipline e tematiche in coerenza con gli obiettivi specifici dell’intervento e a rafforzamento del curricolo scolastico.

Al di fuori dell’orario curricolare,

Team per la prevenzione della dispersione scolastica

docenti tutor esperti interni e/o esterni

Attività tecnica per la prevenzione della dispersione scolastica. In particolare, il team

  • effettua la rilevazione degli studenti a rischio di abbandono o che abbiano già abbandonato la scuola nel triennio precedente e la mappatura dei loro fabbisogni,
  • progetta e gestisce gli interventi di riduzione dell’abbandono all’interno della scuola e i progetti educativi individuali,
  • si raccorda, anche tramite tavoli di lavoro congiunti, con le altre scuole del territorio, con i servizi sociali, con i servizi sanitari, con le organizzazioni del volontariato e del terzo settore, attive nella comunità locale, favorendo altresì il pieno coinvolgimento delle famiglie

Opzioni di costo semplificate

I progetti saranno attuati sulla base di opzioni di costo semplificate (OCS). Come è noto l’OCS è la modalità di rendicontazione dei costi di progetto in cui gli importi ammissibili sono calcolati conformemente a un metodo predefinito basato sugli output, sui risultati o su certi altri costi, senza la necessità di comprovare ogni euro di spesa mediante singoli documenti giustificativi.

La procedura per la rendicontazione delle spese attraverso le OSC rispecchia quella per le spese a costi reali, mentre si differenzia in merito alla documentazione da acquisire per la relativa verifica.

Per ciascuna delle attività didattiche e formative sopra indicate è indicato la modalità di fruizione, la durata, i costi diretti, i costi indiretti con individuazione del tasso forfettario in relazione ai costi diretti, l’Unità di costo standard (UCS) per la Mensa (eventuale)

Tipologia attività

Modalità e durata

UCS

Costi diretti

Costi indiretti tasso forfet 40%

UCS Mensa

Incidenza percentuale

Percorsi di mentoring e orientamento

Individuale

max 20 ore

42 €/h/

destinatario

UCS destinatario

Non previsti

7 €/destinatario

Il costo per lo svolgimento di questa attività deve essere almeno pari al 30% del totale del finanziamento del progetto.

Percorsi per il potenziamento delle competenze di base, di motivazione e di accompagnamento

Piccoli gruppi

(minimo 3 destinatari)

max 30 ore

79,00 €/h

UCS Personale

40% costi diretti di personale

7 €/destinatario

Percorsi per il coinvolgimento delle famiglie

Piccoli gruppi

(minimo 3 destinatari)

max 10 ore

79,00 €/h

UCS personale

40% costi diretti di personale

Non previsto

Il costo per lo svolgimento di questa attività non può superare il 10% del totale del finanziamento del progetto.

Percorsi formativi e laboratoriali co-curricolari

Gruppi

(minimo 9 destinatari)

max 40 ore

113 €/h

UCS personale

40% costi diretti di personale

7 €/destinatario

Team per la prevenzione della dispersione scolastica

Max 20% del totale del

finanziamento del progetto

34 €/h

UCS personale

Non previsti

Non previsto

Il costo complessivo per lo svolgimento di questa attività non può superare il 20% del totale del finanziamento del progetto.

Esempio

Nel caso di un solo modulo relativo ai “Percorsi per il potenziamento delle competenze di base, di motivazione e di accompagnamento” di 30 ore con 5 studenti che usufruiscono di mensa per 10 giornate, il costo è il seguente:

Costi diretti: € 79 * 30h = € 2.370,00

Costi indiretti: max € 948,00 (calcolato automaticamente dal sistema informativo)

UCS mensa: 10g * 5 studenti * € 7 = € 350,00

TOTALE: € 3.668,00

Spese ammissibili di personale

Sono ammissibili le spese per retribuire unicamente personale necessario ed essenziale allo svolgimento delle attività di progetto, in qualità di docente o esperto.

Tale personale deve

  • essere individuato dalle scuole attraverso procedure selettive comparative pubbliche, aperte al personale scolastico interno e a esperti esterni
  • essere in possesso delle necessarie competenze per l’espletamento di funzioni aggiuntive
  • svolgere le attività al di fuori dell’orario di servizio se personale interno
  • realizzare unicamente le attività strettamente connesse ed essenziali per la realizzazione del progetto finanziato, funzionalmente vincolate all’effettivo raggiungimento di target e milestone di progetto, ed espletate in maniera specifica per assicurare le condizioni di realizzazione del medesimo progetto.

Gli incarichi aggiuntivi da conferire al personale interno individuato, dovranno essere attribuiti nel rispetto puntuale della parte normativa dei CCNL vigenti di riferimento per ciascuna figura operante nella scuola ed essere autorizzate sulla base delle norme vigenti.

Spese non ammissibili

Non sono ammissibili i costi relativi

  • alle attività di preparazione, monitoraggio, controllo, audit e valutazione, in particolare: studi, analisi, attività di supporto amministrativo alle strutture operative, azioni di informazione e comunicazione, consultazione degli stakeholders, spese legate a reti informatiche destinate all’elaborazione e allo scambio delle informazioni
  • al funzionamento ordinario dell’istituzione scolastica, compresi i costi relativi alla rendicontazione degli interventi.

Qui trovate la nostra tabella di sintesi delle istruzioni operative.

Gestione dei progetti

Tutto il ciclo di vita dei progetti relativi all’investimento sulla dispersione scolastica sarà gestito dalla piattaforma “Futura – PNRR Gestione progetti” accessibile sul portale https://pnrr.istruzione.it/ o dall’area riservata del Ministero dell’istruzione.

La gestione sulla piattaforma fa riferimento a 4 aree

  • Progettazione
  • Gestione
  • Assistenza
  • Comunicazioni

In tale piattaforma risulta integrata anche quella di tutoraggio e formazione prevista dal DM 361/21 dedicata alla documentazione dello svolgimento dell’attività formativa.

Area dedicata alla progettazione

Nell’area della progettazione la scuola inserisce il progetto compilando il format costituito da 6 sezioni indicate nella seguente tabella

Sezione

Contenuti e compilazione

Dati generali

Dovranno essere inseriti i seguenti dati:

- il titolo del progetto,
- la descrizione sintetica e di riepilogo del progetto (max 4.000 caratteri);
la data prevista di inizio delle attività;
- la data prevista di conclusione delle attività (non successiva al 31 dicembre 2024);
- il Codice CUP del progetto che dovrà essere generato utilizzando il Codice di template n. 2209007; nome del template: PNRR Investimento M4C1-1.4, MI - Prevenzione e contrasto della dispersione scolastica;
- gli estremi del legale rappresentante (Dirigente scolastico): il sistema propone già dei campi precompilati, che potranno essere eventualmente modificati solo in caso di non coincidenza con il dirigente in effettivo servizio presso la scuola;
- gli estremi del referente di progetto per conto dell’istituzione scolastica.

Intervento

Descrizione del quadro operativo complessivo dell’intervento diviso in tre parti

Partenariato

è possibile inserire i dati relativi ai partner di progetto (enti locali, enti pubblici attivi sul territorio, servizi sociali e sanitari, del lavoro, della giustizia minorile, di orientamento e formazione professionale, enti del terzo settore, enti del volontariato, etc.) che collaboreranno al progetto, anche attraverso la sottoscrizione di appositi protocolli operativi per alleanze educative territoriali, specificando il ruolo ricoperto.

Attività associate all’intervento

la scuola inserisce sulla piattaforma il numero di ore programmato per ciascuna tipologia di attività formativa e il numero di edizioni previste (numero complessivo di percorsi per ciascuna singola tipologia di attività), nonché il numero dei pasti eventualmente richiesto per ciascun percorso. Il sistema procederà a calcolare in automatico gli importi relativi a ciascuna attività, compresa la quota di costi indiretti.

È inoltre possibile inserire il valore totale di ore che saranno complessivamente svolte dal team per la prevenzione della dispersione, nel limite del 20% del totale del progetto.

Descrizione dettagliata del progetto

La scuola può inserire Campi di testo descrittivi relativi:

- alla mappatura delle situazioni di rischio di dispersione presenti nella scuola,
- alle azioni previste per la prevenzione e il contrasto dell’abbandono,
- alla eventuale collaborazione in rete con altre scuole per la realizzazione del progetto,
- alle modalità di lavoro del team per la prevenzione della dispersione scolastica.

Indicatori e target

Sono elencati gli indicatori comuni, le milestone e i target dell’intervento, che saranno oggetto di monitoraggio e di rendicontazione. Il sistema propone in automatico i seguenti campi:

Indicatori

C10 – Numero di partecipanti in un percorso di istruzione o formazione (uomini, donne, non binario, età 0-17 anni, 18-29 anni).

La scuola dovrà indicare in sede di monitoraggio il valore programmato e realizzato di alunne e alunni, studentesse e studenti, che partecipano ai percorsi.

C14 – Numero di giovani di età compresa fra i 15 e 29 anni che ricevono sostegno (uomini, donne, non binario).

La scuola dovrà indicare in sede di monitoraggio il valore programmato e realizzato di studentesse e studenti, che ricevono sostegno quali partecipanti ai percorsi formativi.

Target

Studenti o giovani che hanno partecipato ad attività di tutoraggio o corsi di orientamento post diploma (target UE)

Il valore numerico risulta già precompilato da sistema con il target definito in proporzione al numero di alunni frequentanti, alla percentuale di fragilità e al finanziamento ricevuto.

Numero di studenti che hanno frequentato le attività di tutoraggio (target ITA)

Il valore numerico risulta già precompilato da sistema con il target definito in proporzione al numero di alunni frequentanti, alla percentuale di fragilità e al finanziamento ricevuto.

Riepilogo progetto

È possibile visionare l’intero progetto anche al fine di effettuare i controlli ed eventuali modifiche alle precedenti sezioni

Carica

proposta

progettuale

Consente di:

- selezionare con un segno di spunta le Dichiarazioni obbligatorie richieste per l’accesso al finanziamento
- firmare digitalmente il Progetto (sia direttamente utilizzando le credenziali di firma su SIDI del dirigente scolastico sia utilizzando un altro sistema di firma digitale)
- procedere al suo caricamento.

Accordo di concessione

L’Accordo di concessione rappresenta lo strumento di regolazione delle procedure di attuazione e di finanziamento del progetto e che diventa efficace dopo la firma da parte del Coordinatore dell’Unità di missione per il PNRR, che sarà notificata alla scuola direttamente dal sistema informativo.

È possibile presentare i progetti utilizzando l’area di progettazione della piattaforma ministeriale, dalle ore 15.00 del 5 gennaio 2023 alle ore 15.00 del 28 febbraio 2023.

Codice Unico di Progetto (CUP)

In relazione all’attuazione alle “Azioni di prevenzione e contrasto della dispersione scolastica”, il “Sistema CUP” ha rilasciato uno specifico template che consente una generazione semplificata del CUP sulla piattaforma CUPWeb: Codice di template n. 2209007; nome del template: PNRR Investimento M4C1-1.4, MI - Prevenzione e contrasto della dispersione scolastica.

Il CUP così generato deve essere caricato all’interno del sistema informativo associandolo al relativo progetto. Il CUP non potrà più essere sostituito essendo vincolato all’atto di finanziamento e non dovrà in alcun modo essere cambiato, revocato o cancellato durante tutto il ciclo di vita del progetto.

Codice identificativo di gara (CIG)

Il Codice identificativo di gara (CIG) è un codice univoco generato dal sistema informativo (Servizio Simog) dell’ANAC, l’Autorità nazionale anticorruzione, per identificare ogni singolo contratto sottoscritto con la pubblica amministrazione. Per i progetti finanziati nell’ambito del PNRR è sempre richiesto il CIG ordinario, anche in caso di piccoli affidamenti, e, pertanto, non è ammesso in nessun caso l’utilizzo dello smart-CIG.

Tracciabilità dei flussi finanziari

Per garantire la tracciabilità di tutte le operazioni, oltre al codice identificativo di gara (CIG) e del codice unico di progetto (CUP), occorre acquisire la dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà (DSAN) sulla tracciabilità dei flussi finanziari di tutti i soggetti affidatari.

Assunzione in bilancio delle risorse attribuite

il finanziamento relativo al progetto dovrà essere iscritto nelle ENTRATE – modello A, aggregato 02 – “Finanziamenti dall’Unione Europea” (liv. 1 – aggregato) – 03 - “Altri finanziamenti dell’Unione europea” (liv. 2- voce), istituendo la sottovoce “Next generation EU - PNRR” (liv. 3) del Programma annuale.

Per la registrazione delle SPESE, nel suddetto Mod. A, dovrà essere istituito nell’ambito dell’Attività A (liv. 1) – A.3 Didattica (liv. 2), la specifica voce di destinazione (liv. 3 Azioni di prevenzione e contrasto della dispersione scolastica - D.M. 170/2022 - Codice identificativo del progetto: _____________ CUP _________”, dove dovrà essere riportato il codice identificativo del progetto assegnato dal sistema informativo, visibile sulla piattaforma e sulla scheda del progetto, e il codice CUP. Per il progetto occorrerà, conseguentemente, predisporre la relativa Scheda illustrativa finanziaria (Mod. B).

Area della Gestione

In questa area occorre innanzitutto inserire gli estremi di assunzione in bilancio delle risorse.

Le delibere degli organi collegiali dovranno essere inserite all’apertura delle funzioni di rendicontazione.

Nella sezione “Procedure” le scuole dovranno caricare i seguenti dati

  • il nome del destinatario finale dei fondi;
  • il nome dell’appaltatore e del subappaltatore, ove il destinatario finale dei fondi sia un’amministrazione aggiudicatrice ai sensi delle disposizioni nazionali o dell’Unione in materia di appalti pubblici;
  • il/i nome/i, il/i cognome/i e la data di nascita del/dei titolare/i effettivo/i del destinatario dei fondi o appaltatore.

Sempre all’interno della sezione “Procedure” dovranno essere caricate le apposite dichiarazioni attestanti l’assenza di conflitto di interessi e di situazioni di incompatibilità da parte del legale rappresentante quale RUP, dei componenti le commissioni di valutazione o di collaudo, di altre eventuali figure che intervengono nel procedimento amministrativo.

Nella sezione “Monitoraggio” la scuola dovrà indicare il valore programmato e realizzato di alunne e alunni, studentesse e studenti, che partecipano ai percorsi nelle fasce di età 0-17 anni e 18- 29 anni e che ricevono sostegno quali partecipanti ai percorsi formativi nella fascia di età 15-29 anni.

La rendicontazione degli indicatori da parte dei soggetti attuatori sulla piattaforma “PNRR – Gestione Progetti” segue le seguenti scadenze per ciascuna annualità:

  • 31 gennaio (per il periodo 1° luglio - 31 dicembre dell’anno precedente);
  • 31 luglio (per il periodo 1° gennaio - 30 giugno del medesimo anno).

La documentazione di tutte le attività svolte dopo la stipula dell’Accordo di concessione avviene in fase di attuazione attraverso l’utilizzo della piattaforma “Futura PNRR – Gestione Progetti”, integrata nello specifico con la piattaforma di tutoraggio e formazione, prevista dal PNRR per la linea di investimento 1.4.

La rendicontazione sul conseguimento del target deve essere effettuata sulla piattaforma “PNRR – Gestione Progetti” nell’area di “Gestione”, che risulta direttamente integrata con la piattaforma di tutoraggio e formazione, dove andranno registrate tutte le attività svolte, gli studenti coinvolti, i percorsi attivati e conclusi, le presenze, la descrizione delle singole attività formative svolte, gli attestati rilasciati.

Erogazione delle risorse

L’erogazione a rimborso prevede una o più quote intermedie o una quota a saldo pari al 10% dell’importo della spesa dell’intervento.

FERMIAMO L’AUTONOMIA DIFFERENZIATA!

Nei prossimi giorni potrai firmare
per il referendum abrogativo.

APPROFONDISCI