Iscriviti alla FLC CGIL

Home » Contratto “Istruzione e Ricerca” » Rinnovo CCNL Area “Istruzione e Ricerca”, terzo incontro all’ARAN

Rinnovo CCNL Area “Istruzione e Ricerca”, terzo incontro all’ARAN

Sottoposto alle organizzazioni sindacali il testo contenente le proposte economiche per ciascuna delle aree dirigenziali. La FLC CGIL chiede di definire in uno specifico incontro le disposizioni relative alla dirigenza scolastica.

16/02/2024
Decrease text size Increase  text size

Si è svolto il 15 febbraio 2024, nella sede dell’ARAN, il terzo incontro della trattativa per il rinnovo del CCNL 2019-2021 dell’Area “Istruzione e Ricerca” con l’esame del Titolo IV della bozza di CCNL relativo al trattamento economico dei dirigenti scolastici, dell’università e delle aziende ospedaliero-universitarie e degli enti di ricerca.

Il testo presentato dall’ARAN conferma le anticipazioni sulla parte economica fornite nel corso del precedente incontro del 31 gennaio, di cui abbiamo già dato notizia nel nostro dettagliato resoconto.

Il testo è stato inoltre integrato da un articolo relativo al welfare integrativo che prevede la possibilità di disciplinare, in sede di contrattazione integrativa, misure di welfare in favore del personale a carico del fondo per la retribuzione di posizione e risultato di ciascuna delle dirigenze dell’Area.

Le nostre valutazioni

La delegazione della CGIL e della FLC CGIL, in relazione alla parte economica relativa alla dirigenza scolastica, ha chiesto di esplicitare nel testo l’ammontare delle risorse destinate al Fondo Unico Nazionale (FUN) da specifiche disposizioni di legge, precisandone la decorrenza, in modo da agevolare la ricognizione delle economie relative alle annualità pregresse che dovranno confluire, unitamente a quelle previste per l’annualità di riferimento, nel FUN 2024/2025.

Nel suo intervento la FLC CGIL ha inoltre richiamato la necessità di individuare la sezione del CCNL in cui inserire le disposizioni della parte normativa specificamente riservate alla dirigenza scolastica, presenti nei 9 punti relativi alla proposta di Atto di Indirizzo inviata dal Ministro dell’Istruzione e del Merito alla Presidenza del Consiglio dei Ministri e comunicati alle organizzazioni sindacali nel corso dell’incontro del 28 settembre 2023.

In particolare la FLC CGIL ha chiesto di affrontare in uno specifico incontro dedicato alla dirigenza scolastica le seguenti tematiche:

  • la modifica l’articolo 9 del CCNL 2010 portando al 100% dei posti vacanti e disponibili in ogni regione il contingente dei posti per la mobilità interregionale, anche prevedendo la possibilità di incarichi temporanei
  • la ridefinizione della materia relativa agli incarichi aggiuntivi
  • la revisione delle indicazioni relative al codice disciplinare, eliminando l’automatismo del passaggio al livello di sanzione più grave in caso di recidiva nel biennio
  • la modifica dell’articolo 15, comma 2, del CCNL Area V 2002-2005 relativo alla fruizione dei riposi compensativi
  • la possibilità di utilizzare le risorse destinate alla formazione anche al rimborso di iniziative autonomamente individuate dal dirigente e coerenti con le finalità definite a livello nazionale
  • la revisione della retribuzione dei dirigenti scolastici all’estero con il ripristino della retribuzione di posizione parte variabile
  • la definizione delle modalità di rientro al ruolo docente.

Su tutte queste materie la FLC CGIL si è riservata di far pervenire un suo contributo in vista dei prossimi due incontri fissati rispettivamente per il 27 febbraio e 7 marzo sui quali daremo ampio e tempestivo resoconto.

FERMIAMO L’AUTONOMIA DIFFERENZIATA!

Al via la
campagna referendaria.

APPROFONDISCI