Iscriviti alla FLC CGIL

Home » Notizie dalle Regioni » Basilicata » Giù le mani dalla scuola lucana! I sindacati contro i tagli agli organici in Basilicata

Giù le mani dalla scuola lucana! I sindacati contro i tagli agli organici in Basilicata

Comunicato stampa delle segreterie regionali FLC Cgil, CISL Scuola, UIL Scuola, SNALS CONFSAL della Basilicata.

03/03/2008
Decrease text size Increase  text size

FLC CGIL - CISL SCUOLA - UIL SCUOLA - SNALS CONFSAL
Segreterie regionali

Comunicato stampa
Giù le mani dalla scuola lucana!

Le organizzazioni sindacali della scuola FLC Cgil, Cisl e Uil Scuola, Snals Confsal, in riferimento ai tagli agli organici del personale docente previsti per l'a.s. 2008/2009:

- atteso che i predetti tagli rappresentano un colpo durissimo al patrimonio dei servizi e delle dotazioni pubbliche, all'esercizio del diritto allo studio nella nostra regione, nonché alle opportunità professionali ed occupazionali del personale scolastico,

- denunciano il comportamento della direzione scolastica regionale che, nell’incontro tenutosi il 29 febbraio, non ha fornito alcun elemento concreto di informativa sugli organici (né di alunni, né di classi, ne di docenti), occultando il taglio di decine di plessi di scuola elementare che gli uffici provinciali, poche ore dopo, si apprestavano a formalizzare, e lasciando presagire un taglio complessivo di 580 posti già in organico di diritto, contro i 350 previsti dal decreto interministeriale;

- esprimono la più ferma protesta contro un così infausto disegno restrittivo ai danni della scuola pubblica nelle realtà più deprivate;

- manifestano le più vive preoccupazioni per il destino della scuola lucana e per l'ulteriore, drammatico, impoverimento delle comunità locali;

- si impegnano a porre in essere tutte le azioni necessarie per scongiurare e sconfiggere lo scriteriato progetto di drastico ridimensionamento del sistema scolastico regionale;

- indicono a tale scopo lo stato di mobilitazione permanente del personale della scuola;

- impegnano il Presidente della Giunta regionale ad istituire un tavolo di confronto e concertazione interistituzionale con il coinvolgimento delle province, dei sindaci, dell’ufficio scolastico regionale, delle parti sociali, per tutelare il diritto allo studio e l’assetto della scuola lucana;

- sollecitano le istituzioni, le famiglie lucane, il personale della scuola a sostenere la battaglia e le iniziative che FLC Cgil, Cisl e Uil Scuola, Snals Confsal promuoveranno nei prossimi giorni per la salvaguardia delle risorse educative e delle dotazioni scolastiche della regione.

Potenza, 1 marzo 2008

FERMIAMO L’AUTONOMIA DIFFERENZIATA!

Al via la
campagna referendaria.

APPROFONDISCI