Iscriviti alla FLC CGIL

Home » Notizie dalle Regioni » Campania » Napoli » INGV, anche qui parte la mobilitazione contro l'emendamento "ammazza precari"

INGV, anche qui parte la mobilitazione contro l'emendamento "ammazza precari"

Un'assemblea unitaria molto partecipata ha prodotto un comunicato che indice lo stato di agitazione.

30/09/2008
Decrease text size Increase  text size

Comunicato delle Assemblee svoltesi il 29 settembre presso la sede di Roma, alla quale hanno preso parte oltre 150 dipendenti e la Sede di Palermo dell’INGV e comunicato dell'Osservatorio Vesuviano di Napoli.

Oggi sono previste Assemblee :

  • Osservatorio Vesuviano- Sezione di Napoli INGV

  • Sezione di Catania INGV.

  • Sezioni INGV di Roma (Sede Centrale) ore 14,30 Via di Vigna Murata,605.

Roma, 30 settembre 2008
_____________________

Comunicato

Il personale INGV, riunitosi in assemblea spontanea a Roma il 29 settembre 2008, esprime estrema preoccupazione per la proposta di cancellazione definitiva del processo di stabilizzazione e conseguente licenziamento di un gran numero di lavoratori precari (Art. 37-bis del DDL 1441-quater), ultimo degli indiscriminati attacchi contro il settore della Ricerca Pubblica e la Pubblica Amministrazione in generale.

Dall'assemblea emerge la preoccupazione per il futuro degli oltre quattrocento lavoratori precari, parte dei quali strutturalmente coinvolti da molti anni nelle
attività istituzionali dell'Ente, in particolare nella sorveglianza sismica e vulcanica per la Protezione Civile.

Per queste ragioni il personale dichiara l'inizio dello stato di agitazione.

R.S.U. INGV
(FLC-CGIL, FIR-CISL, UILPA-UR AFAM)

____________________________

Comunicato INGV sezione di Napoli “Osservatorio Vesuviano”

Il personale dell’INGV, sezione di Napoli “Osservatorio Vesuviano”, riunitosi in assemblea a Napoli il 30 Settembre 2008, esprime estrema preoccupazione e profondo disaccordo per la proposta di cancellazione definitiva del processo di stabilizzazione e conseguente licenziamento dei lavoratori precari (Art. 37-bis del DDL 1441-quater).La sezione di Napoli “Osservatorio Vesuviano” ribadisce la preoccupazione per il futuro dei lavoratori precari che con il loro apporto garantiscono lo sviluppo delle attività di ricerca dell’ente, nonché l’attività di sorveglianza, anche con turni h24, delle aree vulcaniche ad elevato rischio quali Vesuvio, Campi Flegrei, Ischia e Stromboli.Di fronte a questo quadro drammatico ed uniti alle altre sezioni dell’INGV e al mondo della ricerca tutto, si chiede il ritiro immediato dell’emendamento dell’Art. 37-bis del DDL 1441-quater e si ribadisce lo stato di agitazione dell’INGV.

Altre notizie da:

FERMIAMO L’AUTONOMIA DIFFERENZIATA!

Al via la
campagna referendaria.

APPROFONDISCI