Iscriviti alla FLC CGIL

Home » Notizie dalle Regioni » Lazio » DL 112, gli enti di ricerca del Lazio aderiscono alla protesta. Il 28 luglio fiaccolata a Roma

DL 112, gli enti di ricerca del Lazio aderiscono alla protesta. Il 28 luglio fiaccolata a Roma

Mozione approvata dall'assemblea generale degli enti di ricerca.

28/07/2008
Decrease text size Increase  text size

Le iniziative di mobilitazione negli Enti di Ricerca

Il 23 luglio si è tenuta a Roma, in una stracolma aula convegni Cnr, l'assemblea generale degli Enti di ricerca del Lazio convocata dalle Segreterie regionali di FLC Cgil, FIR Cisl e Uil PA-UR contro i contenuti dell'azione di Governo e, in particolare, contro il DL 112, attualmente in fase di conversione in legge. Riportiamo il testo della mozione approvata in chiusura.

In quella sede era stata presentata anche l'iniziativa, una fiaccolata, che si terrà a Roma nella serata del 28 luglio e che partirà alle ore 20 da piazza Madonna del Loreto-Colosseo.

Roma, 25 luglio 2008
__________________

MOZIONE
APPROVATA DALL’ASSEMBLEA ENTI DI RICERCA DEL LAZIO

L’assemblea dei lavoratori e delle lavoratrici degli Enti pubblici di Ricerca indetta dalle Segreterie Regionali di FLC CGIL, CISL Fir e UILPA UR il 23.7.2008, dopo avere discusso e approfondito i contenuti e gli effetti del d.L. 112, attualmente in fase di conversione in legge, sugli enti e sui lavoratori

lo giudica negativamente

perché inteso a destrutturare il sistema pubblico e, in particolare, per gli attacchi portati alla ricerca pubblica con

  • La messa in discussione di diritti da tempo conquistati dai lavoratori

  • La riduzione dei salari dei ricercatori, tecnologi, tecnici e amministrativi (con buona pace della fuga dei cervelli)

  • La riduzione degli organici che non permetterà la stabilizzazione del personale precario, che pure la norma consentirebbe, né la possibilità di utilizzare il turnover

  • L’assenza di prospettive per gli enti di ricerca oggetto di tagli, accorpamenti, commissariamenti e ipotesi di privatizzazioni.

L’Assemblea dà mandato alle OO.SS.

  • Di organizzare la partecipazione alle iniziative confederali, a partire dalla presenza visibile alla manifestazione organizzata per il giorno 28 con corteo da Piazza Venezia al Colosseo alle ore 20

  • Di indire unitariamente assemblee negli enti per informare i lavoratori e rappresentare direttamente agli organi di governo di questi il dissenso sui provvedimenti del Governo, chiedendo agli stessi prese di posizione immediate e pubbliche

  • Di organizzare una giornata di mobilitazione del settore nella prima data utile del mese di settembre, prevedendo anche lo sciopero generale del comparto, con una manifestazione nazionale

  • Di preparare tale giornata con specifiche iniziative negli enti finalizzate anche alla sensibilizzazione dell’opinione pubblica.

Le Segreterie regionali di FLC CGIL, CISL Fir e UILPA UR coordineranno tutte le iniziative, raccordandosi con le strutture sindacali locali.

__________________

CGIL-CISL-UIL di Roma e Lazio, nel condividere i contenuti della mobilitazione dei lavoratori e delle lavoratrici dei “servizi pubblici” indetta dai Sindacati territoriali di categoria, aderiscono alla Fiaccolata organizzata per il giorno lunedì 28 luglio, dalle ore 20, con partenza da P.zza Madonna di Loreto e arrivo al Colesseo.

Invitano i lavoratori, le lavoratrici, i pensionati e le pensionate di Roma a partecipare all’Iniziativa finalizzata a difendere, dagli attacchi del Governo contenuti nella “manovra economica” attualmente in discussione in Parlamento, i servizi pubblici e i diritti dei cittadini.

I Segretari Generali
Schiavella - Reali - Scardaone

Altre notizie da:

FERMIAMO L’AUTONOMIA DIFFERENZIATA!

Al via la
campagna referendaria.

APPROFONDISCI