Iscriviti alla FLC CGIL

Home » Ricerca » INAIL: l’Amministrazione apre al Conto Terzi per il 2024 e agli incarichi di responsabilità per i ricercatori e tecnologi

INAIL: l’Amministrazione apre al Conto Terzi per il 2024 e agli incarichi di responsabilità per i ricercatori e tecnologi

CIE 2023: permangono le ragioni ostative alla firma. È necessario ripristinare corrette applicazioni contrattuali.

18/04/2024
Decrease text size Increase  text size

Si è aperto il 16 aprile 2024 il tavolo di contrattazione sul CIE 2023, dove l’amministrazione ha presentato un documento che sostanzialmente conferma l’impianto del CIE 2022. In particolare sul tema dell’Indennità di Responsabilità, su cui da tempo la scrivente FLC CGIL ha posto il problema della corretta applicazione contrattuale e che ha portato alla mancata firma dell’accordo sul CIE 2022, è stato riproposto lo stesso impianto che  posta le risorse finanziarie per l’erogazione dell’indennità di responsabilità sul fondo per il salario accessorio. Questa è la ragione per cui tale indennità non ha trovato applicazione per i ricercatori e tecnologi, stante la diversa natura del salario accessorio, rispetto a quello dei tecnici e amministrativi. Mentre secondo la FLC CGIL la fonte di finanziamento deve gravare, come dice l’art. 10 del CCNL 07/04/2006, sulle risorse derivanti dalle Attività per prestazioni a committenti esterni (il cosiddetto Conto Terzi). Motivo per cui permangono le ragioni ostative alla firma del CIE 2023.

Sul tema si è sviluppata una discussione anche aspra, in cui sono state ribadite le reciproche posizioni delle parti sindacali e dell’amministrazione; in cui sono emerse le difficolta di intervenire su una annualità, il 2023, che è ormai passata, per cui risulterebbe difficile qualunque tipo di intervento a posteriori; ma anche la necessità di riaprire sul tema una discussione serena, che possa portare a sintesi le diverse ragioni di tutti e ad una sempre migliore e corretta applicazione delle norme contrattuali. È su questa base, frutto della nostra iniziativa sindacale, che l’Amministrazione si è impegnata ad aprire per il 2024 la discussione sul Conto Terzi e sulla sua regolamentazione. Cosa che potrà portare al riconoscimento delle indennità di responsabilità anche per ricercatori e tecnologi e a recuperare la migliore applicazione contrattuale anche per gli attuali incarichi dei Funzionari e dei Collaboratori apicali.

Questa apertura, che non elimina il vulnus contenuto nel CIE 2023, crea finalmente le condizioni per uno scenario nuovo, e pur non essendoci al momento le condizioni per firmare il CIE 2023, come FLC siamo pronti ad archiviare il contezioso in corso; ma occorre che l’Amministrazione porti velocemente al tavolo sindacale, le problematiche da noi più volte segnalate e richieste, ripristinando uno spirito collaborativo, costruttivo e rispettoso del ruolo delle parti.

Altre notizie da:

FERMIAMO L’AUTONOMIA DIFFERENZIATA!

Al via la
campagna referendaria.

APPROFONDISCI