Iscriviti alla FLC CGIL

Home » Scuola » Corretta la tabella per le immissioni in ruolo degli ATA

Corretta la tabella per le immissioni in ruolo degli ATA

I tabulati allegati al D.M. 262/2000, quelli relativi al limite massimo di immissioni in ruolo del personale ATA possibili nelle singole province, non sono da tenere in considerazione

01/12/2000
Decrease text size Increase  text size

Come già previsto, i tabulati allegati al D.M. 262/2000, quelli relativi al limite massimo di immissioni in ruolo del personale ATA possibili nelle singole province, non sono da tenere in considerazione. L’avevamo già preannunciato nei giorni scorsi che i numeri là indicati non ci convincevano ed eravamo immediatamente intervenuti. Il Ministero ci da ora ragione e si rivedrà la situazione dei collaboratori scolastici.

Roma, 1 dicembre 2000

_______________________________

Testo della nota Ministeriale:

MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE

Prot.n.D1/10731

30 novembre 2000

Oggetto: D.M. n. 262 del 23 novembre 2000 trasmesso in pari data con C.M. n. 263

In relazione ai numerosi quesiti pervenuti sui criteri di ripartizione dei contingenti di assunzioni da effettuare a livello provinciale e per singolo profilo professionale del personale ATA si precisa, preliminarmente, che la copertura del turn-over del predetto personale, è stata calcolata sul contingente complessivo nazionale e non in riferimento al singolo contingente di cessazioni della provincia.

Per quanto concerne in particolare il profilo di collaboratore scolastico, i dati relativi all’organico, per la molteplicità di situazioni che costituiscono fattori di correzione, anche in relazione alla mancata o non tempestiva comunicazione, dei dati richiesti con nota n.112/DS del 25 ottobre 2000 rendono necessario un riesame delle disponibilità su cui operare il calcolo delle assunzioni.

Pertanto, limitatamente al predetto specifico profilo di collaboratore scolastico, si invitano le SS.LL. a non tener conto dei tabulati allegati al D.M. n.262/2000 e di quelli pubblicati su INTRANET e si fa riserva di ulteriori urgenti istruzioni.

Il Direttore Generale - Paradisi