Iscriviti alla FLC CGIL

Home » Scuola » Dirigenti Scolastici: mobilità, immissioni in ruolo, interventi per l’Abruzzo

Dirigenti Scolastici: mobilità, immissioni in ruolo, interventi per l’Abruzzo

Incontro al Ministero sulla mobilità le immissioni in ruolo e interventi a favore del lavoro dirigenziale nelle zone terremotate dell’Abruzzo.

25/06/2009
Decrease text size Increase  text size

Su convocazione del Ministero si è svolto oggi un incontro relativo al riesame del Contratto Integrativo Nazionale (CIN) sulla mobilità.
Il confronto si è concluso con le seguenti determinazioni: resta confermato il testo del CIN sottoscritto il 15 aprile 2009; con autonoma nota il MIUR comunicherà alle Direzioni generali che nelle Regioni dove non esistono graduatorie degli idonei ai Concorsi dei Dirigenti Scolastici in attesa di immissione in ruolo è possibile superare il limite della quota de 30% per la mobilità professionale da un settore formativo all’altro. Non appena ci perverrà la nota ne daremo notizia.

Esaurito l’argomento mobilità, la FLC Cgil ha posto all’attenzione del tavolo di confronto alcune questioni rilevanti relative alle immissioni in ruolo degli 660 idonei al concorso dei Dirigenti Scolastici e relative alle condizioni di esercizio della funzione dirigenziale scolastica nella zona dell’Aquila.
Per quanto riguarda le immissioni in ruolo l’Amministrazione ha comunicato di aver richiesto ulteriori 89 posti per l’autorizzazione ad assumere al Ministero dell’Economia, per un totale complessivo di 647 posti.
In merito a ciò la FLC Cgil ha espresso il suo apprezzamento, essendo stata la richiesta di autorizzazione anche dei posti liberatisi dopo il 31 maggio una rivendicazione insistentemente avanzata dalla nostra organizzazione.
Ora si tratta di “stringere” sull’iter autorizzativo per addivenire quanto prima alle immissioni in ruolo.
L’Amministrazione ha preso l’impegno di seguire la vicenda da vicino nei prossimi giorni presso il Ministero dell’Economia e Finanze.

La FLC Cgil, in accordo con le altre Organizzazioni Sindacali, ha inoltre richiamato all’attenzione dell’Amministrazione le condizioni di disagio in cui si trovano ad operare i Dirigenti Scolastici nella zona terremotata dell’Aquila. Per questo motivo a livello locale sono stati avanzati dalle Organizzazioni sindacali alcuni suggerimenti e proposte che facilitino il lavoro dei colleghi e che riproponiamo anche a livello centrale per una rapida auspicabile soluzione positiva: dotare i Dirigenti Scolastici di un cellulare che sia veramente utilizzabile (ora, quello dato in dotazione ai Dirigenti Scolastici dell’Aquila ha una scheda del valore di cinque euro ricaricabile entro 15/20 giorni); mettere a disposizione delle casette in legno come foresterie per i colleghi sfollati che debbano prestare servizio nelle zone interessate dal terremoto; l’utilizzazione presso l’Amministrazione dei Dirigenti Scolastici che, avendo perso posto nella città per dimensionamento della rete ed essendo “sfollati”, dovrebbero raggiungere la nuova sede di destinazione in località lontane dall’Aquila.
L’Amministrazione ha registrato le nostre proposte per un esame congiunto con le autorità locali.

Roma, 25 giugno 2009

FERMIAMO L’AUTONOMIA DIFFERENZIATA!

Nei prossimi giorni potrai firmare
per il referendum abrogativo.

APPROFONDISCI