Iscriviti alla FLC CGIL

Home » Scuola » Documento congiunto CGIL scuola, CISL scuola, UIL scuola, CoNSVT (Coordinamento Nazionale dei Supervisori per il Tirocinio nelle SSIS) e Coordinamento dei Supervisori di Tirocinio nei CLFP

Documento congiunto CGIL scuola, CISL scuola, UIL scuola, CoNSVT (Coordinamento Nazionale dei Supervisori per il Tirocinio nelle SSIS) e Coordinamento dei Supervisori di Tirocinio nei CLFP

CGIL scuola, CISL scuola, UIL scuola, CoNSVT e Coordinamento dei Supervisori di Tirocinio nei CLFP giudicano positiva l’innovazione intervenuta nella formazione iniziale degli insegnanti

21/02/2002
Decrease text size Increase  text size

CGIL scuola, CISL scuola, UIL scuola, CoNSVT e Coordinamento dei Supervisori di Tirocinio nei CLFP giudicano positiva l'innovazione intervenuta nella formazione iniziale degli insegnanti costituita dal modello su cui sono state istituite le SSIS e il CLFP, pur con i limiti di funzionamento riscontrati su alcuni aspetti. I punti di forza di tale modello innovativo sono:

* Il percorso di formazione a cui concorrono le competenze teoriche disciplinari e didattiche messe in campo con pari dignità dall'Università e dalla scuola primaria e secondaria;
* L'inserimento nel percorso formativo del tirocinio assistito, in cui interagiscono, si realizzano e si verificano le competenze acquisite;
* La messa in campo di una nuova figura professionale specifica, il supervisore di tirocinio, in grado di svolgere una funzione di cerniera fra il mondo universitario e quello della scuola
* La collaborazione organica fra l'Università e la scuola attraverso il coinvolgimento delle scuole accoglienti nella realizzazione del progetto di tirocinio

1. Ritengono che l'interazione scuola/Università e l'esperienza a cui ha dato vita, oltre che per la formazione iniziale degli insegnanti, debbano essere l'asse portante anche della formazione iniziale e di quella in servizio;
2. Ritengono che nel percorso biennale della laurea specialistica previsto dal DdL Moratti debba essere presente con pari dignità rispetto agli altri momenti delle formazione il tirocinio assistito nel quale riveste un ruolo centrale la figura del supervisore di tirocinio;
3. Ritengono che la professionalità specifica dei supervisori di tirocinio, prima accertata con pubblico concorso per titoli ed esami e poi incrementata nell'attività di formazione presso SSIS e CLFP, sia una risorsa fondamentale da utilizzare al di là dei limiti di tempo dell'incarico finora assegnato;
4. Convengono sulla necessità di rafforzare e di riconoscere la funzione svolta dai supervisori di tirocinio in occasione del prossimo rinnovo del CCNL del comparto scuola attraverso:

* L'attribuzione di una quota di risorse per il salario accessorio ai fini del riconoscimento dell'impegno profesionale
* Il riconoscimento dell'esperienza di supervisore di tirocinio quale credito professionale.

Tale rafforzamento e riconoscimento è basato sul complesso di mansioni e incarichi effettivamente svolti, sinteticamente individuabili in:
Progettazione, coordinamento, organizzazione del tirocinio in raccordo con gli altri momenti di formazione nelle SSIS e nel CLFP e con le scuole accoglienti;
Valutazione in itinere e finali sia dell'attività di tirocinio sia del percorso complessivo di formazione degli specializzandi;

6. Convengono di rendere più sistematici i momenti di confronto fra OO.SS. e CoNSVT e Coordinamento dei supervisori nei CLFP, a partire da una consultazione nella fase di elaborazione della piattaforma contrattuale per quanto attiene alla formazione degli insegnanti.

Roma 15.02.2002

Per la segreteria nazionale CGIL scuola Fabrizio Dacrema
Per la segreteria nazionale CISL scuola Alfonso Rossini
Per la segreteria nazionale UIL scuola Franco Sansotta
Per il CoNSVT Ugo Gherner, Giovanni Marchese, Claudia Testa
Per il Coordinamento dei supervisori nei CLFP Maria Rosa Ardizzone

FERMIAMO L’AUTONOMIA DIFFERENZIATA!

Nei prossimi giorni potrai firmare
per il referendum abrogativo.

APPROFONDISCI