Sciopero 8 marzo 2024

Home » Scuola » Fondo d'istituto, incarichi specifici, ore eccedenti, finanziamenti alle scuole: richiesta unitaria d'incontro

Fondo d'istituto, incarichi specifici, ore eccedenti, finanziamenti alle scuole: richiesta unitaria d'incontro

Inviata una lettera unitaria.

27/06/2009
Decrease text size Increase  text size

La FLC Cgil, la Cisl Scuola, la Uil Scuola e lo Snals-Confsal, hanno inviato al Miur una richiesta di incontro per affrontare alcune tematiche urgenti in vista dell'inizio dell'anno scolastico.

In particolare si sollecita la definizione del fondo dell'istituzione scolastica, la revisione delle retribuzione delle ore eccedenti, la definizione della distribuzione dei finanziamenti per gli incarichi specifici.

Nella lettera viene anche ribadita l'urgenza di concludere la sequenza contrattuale ATA per quanto riguarda la destinazione dei risparmi e la definizione del contratto nazionale sulle aree a rischio, le funzioni strumentali e gli incarichi specifici.

Roma, 26 giugno 2009
__________________

Roma, 26 giugno 2009
Prot. 322-Segr/DON/giu26_Ata_Unit

Preg.mo Dott. Giuseppe COSENTINO
Capo Dipartimento per l'Istruzione

Preg.mo Dott. Luciano CHIAPPETTA
Direttore Generale per il Personale Scolastico

Preg.mo Dott. Giovanni BIONDI
Capo Dipartimento per la programmazione

Preg.ma Dott.ssa Maria Domenica TESTA
Direttore Generale per la politica finanziaria e per il bilancio

Ministero Istruzione Università e Ricerca
Viale Trastevere 76/a
00153 ROMA

Oggetto: richiesta di incontro.

Le scriventi Organizzazioni sindacali chiedono un incontro per portare a soluzione - in tempi utili per l'avvio dell'anno scolastico 2009-2010 - alcuni problemi ancora aperti, che stanno creando difficoltà in diverse scuole, relativi:

 

 

Si segnala, in particolare, il forte disagio dei convitti e di quelle istituzioni che, dovendo utilizzare una consistente parte del FIS per retribuire il lavoro notturno, l'indennità di bilinguismo, l'indennità di amministrazione al sostituto del DSGA e la quota variabile dell'indennità di amministrazione, sono costrette a ridurre sensibilmente le iniziative tendenti all'ampliamento ed alla qualificazione dell'offerta formativa, alle quali il fondo è prioritariamente destinato.

Oltre ad un approfondimento delle ulteriori difficoltà finanziarie comuni a tutte le scuole (supplenze brevi, visite fiscali a seguito dell'art. 71, co. 3, della legge 133/08, rivalsa interessi per ritardato invio mod. TFR, come da nota operativa Inpdap n. 35 del 17/6 u.s., ecc.), si chiede, infine, il tempestivo avvio del contratto integrativo nazionale di cui all'art. 4, co. 2, lettera "d", del CCNL 29/11/2007 e dell'art. 2 della sequenza contrattuale 25/7/2008 ove è prevista la destinazione dei risparmi non utilizzati per la valorizzazione del personale ATA.

 

FLC CGIL

Domenico Pantaleo

CISL Scuola

Francesco Scrima

UIL Scuola

Massimo Di Menna

SNALS CONFSAL

Marco Paolo Nigi