Iscriviti alla FLC CGIL

Home » Scuola » Precari » GAE: aperte le funzioni per riserva, specializzazioni sostegno elenchi aggiuntivi, metodi Montessori, Pizzigoni, Agazzi

GAE: aperte le funzioni per riserva, specializzazioni sostegno elenchi aggiuntivi, metodi Montessori, Pizzigoni, Agazzi

Le operazioni su istanze online, possibili dal 15 giugno al 4 luglio, riguardano gli aspiranti iscritti nelle graduatorie ad esaurimento.

13/06/2023
Decrease text size Increase  text size

Il Ministero dell’Istruzione e Merito - Direzione Generale per il Personale - ha pubblicato l’avviso che comunica che dal 15 giugno 2023 (h. 9,00) al 4 luglio 2023 (h. 23,59) saranno aperte le funzioni per le GAE riportate di seguito:

  • scioglimento della riserva, da parte degli aspiranti - già inclusi con riserva perché in attesa di conseguire il titolo di abilitazione - che conseguono labilitazione entro il termine del 30 giugno 2023;
  • presentazione dei titoli di riserva acquisiti entro la data del 4 luglio 2023, per usufruire dei benefici di cui alla Legge 12 marzo 1999, n. 68;
  • iscrizione negli elenchi aggiuntivi del sostegno e/o dei metodi didattici differenziati degli aspiranti, già inclusi in graduatoria, che conseguono i rispettivi titoli di specializzazione entro il termine del 30 giugno 2023.

Le istanze dovranno essere presentate in modalità telematica su POLIS  “Istanze online”.

Aspiranti inseriti in GAE che si sono iscritti in GPS o elenchi aggiuntivi GPS

Qualora un aspirante risulti già iscritto a pieno titolo nelle GPS di I fascia - ivi compresi gli elenchi aggiuntividi nella medesima provincia di iscrizione in GAE e intenda sciogliere la riserva in GAE o iscriversi negli elenchi del sostegno, potrà procedere con linvio dellistanza, ma verrà cancellato dal medesimo insegnamento presente nelle GPS.

Tale esclusione non si applica a coloro che sono inseriti con riserva nelle GAE in applicazione di un provvedimento giurisdizionale o in attesa del conseguimento del titolo di abilitazione.

FERMIAMO L’AUTONOMIA DIFFERENZIATA!

Al via la
campagna referendaria.

APPROFONDISCI